Pubblicato il 22/02/2021, 11:32 | Scritto da Andrea Amato

Diritti Tv Serie A: nello spezzatino anche le partite in chiaro per fare budget

Diritti Tv Serie A: nello spezzatino anche le partite in chiaro per fare budget
Più che un’asta per aggiudicarsi le immagini in esclusiva, ormai sembra un gruppo d’acquisto collettivo. La nuova idea, secondo quanto appreso in anteprima da TvZoom, sarebbe quella di trasmettere un match su una rete generalista. In campo Tv8, Mediaset e Amazon.

I player in gioco sui diritti tv del calcio sono Sky, Dazn, Mediaset e Amazon

I giochi dovevano chiudersi una settimana fa e invece è stato rimandato tutto. L’Italia è l’unico Paese europeo che ancora non ha assegnato i diritti televisivi del campionato di Serie A, per colpa di veti incrociati e forse una gestione non proprio impeccabile dei bandi e dell’asta. E così ogni giorno saltano fuori idee, anche molto suggestive, per riuscire a raggiungere quel budget di oltre un miliardo di euro che metterebbe d’accordo tutti i club del nostro calcio, grandi e piccini.

Per far quadrare i conti, infatti, l’ultima proposta della Lega Calcio (secondo quanto appreso da TvZoom) sarebbe quella di concedere una partita in chiaro ogni settimana. Si tratterebbe di una vera rivoluzione per il nostro campionato e per il nostro sistema televisivo.

Gruppo d’acquisto collettivo

Se negli ultimi 20 anni le aste per aggiudicarsi i diritti tv della Serie A sono state combattute all’ultimo sangue, questa volta sembra invece che si stia creando un gruppo d’acquisto collettivo per accontentare tutti e spartirsi la torta senza fare danni a nessuno: né ai broadcaster, né ai club. Come sempre, però, a rimetterci sarebbero i tifosi, costretti a districarsi tra molti abbonamenti e molte piattaforme.

Secondo quanto ha appreso TvZoom, Sky e Dazn potrebbero spartirsi le fette di torta più grandi, con rispettivamente 5 e 4 partite a testa a ogni turno, mentre per fare cassa la Lega, come detto, potrebbe pensare di concedere un match in chiaro. Su questa novità stanno lavorando alacremente Mediaset e la stessa Sky, con il canale Tv8, ma pare che anche Amazon Prime Video starebbe valutando il dossier.

Il ruolo di Amazon

L’OTT di Jeff Bezos, che già si è aggiudicato alcune partite di Champions League del prossimo triennio, starebbe valutando di entrare anche nel calcio italiano, magari riproponendo lo schema che aveva messo in piedi in Inghilterra, aggiudicandosi alcuni match della stagione 2019-2020 di Premier League.

Quindi, se la Lega calcio assicurasse a Prime Video la possibilità di trasmettere alcune partite di cartello, Amazon potrebbe valutare l’ipotesi di entrare nella trattativa. Valutando poi come trasmetterle in chiaro. Una vera rivoluzione.

 

@AndreaAAmato