Pubblicato il 11/09/2019, 12:05 | Scritto da La Redazione

Oggi in edicola: Mediaset e Vivendi continuano a menarsi. Il Corriere è diventato l’Instagram di Cairo

Oggi in edicola: Mediaset e Vivendi continuano a menarsi. Il Corriere è diventato l’Instagram di Cairo
La nostra rassegna stampa della mattina, con gli estratti degli articoli più interessanti secondo noi: la guerra tra Cologno e i francesi si sposta in Borsa. Il quotidiano di via Solferino ogni giorno incensa il suo editore.

Mediaset ritorna in zona recesso. La lotta con Vivendi ora è in Borsa

Il Sole 24 Ore, pagina 15, di Andrea Biondi e Laura Galvagni.

Giusto ieri il titolo ha viaggiato per l’intera seduta al di sotto della soglia chiave salvo poi, all’ultimo, chiudere in ribasso dello 0,36% a 2,78 euro, ossia appena sopra il recesso. E proprio attorno all’andamento delle azioni, sempre ieri, si è consumato l’ennesimo violento botta e risposta tra Mediaset e il socio “scomodo” Vivendi (al 28,8%, ma con oltre il 19% congelato nel trust Simon Fiduciaria). Terreno di scontro l’indiscrezione del sito Lettera43 secondo cui Vivendi starebbe sondando il terreno per rilevare la quota di maggioranza di Mediaset, in mano a Fininvest, a valori superiori di oltre il 30% rispetto ai corsi attuali. In questo quadro Luigi De Vecchi, presidente della divisione Continental Europe di Citigroup, secondo Lettera43 avrebbe incontrato, per conto di Vincent Bolloré, Silvio Berlusconi a Palazzo Grazioli avanzando la proposta.

Il Corriere promuove con lode l’alumnus Cairo

La Verità, pagina 13, di Gustavo Bialetti.

«Bocconi, è Cairo l’Alumnus 2019. “Sogni e rigore. Ha trasformato passioni in imprese”». Bella paginona con la consueta foto dell’editore di La7 e Rcs Media Group. Un articolo in cui la giornalista ha eroicamente tirato in lungo per cinque colonne un comunicato stampa dell’università privata frequentata a suo tempo da Cairo e in cui si anticipava la notizia del premio. Premio che verrà conferito ufficialmente tra un mese, ma che intanto ha scatenato l’entusiasmo del premiato e del suo giornale. Nelle motivazioni, si legge che il nostro «racchiude caratteristiche che raramente si trovano in una sola persona: creatività coniugata al rigore, coraggio, energia, profondo senso logico, capacità di sognare e pragmatismo». Per la santità mancano solo la generosità e l’amore per il creato.

 

(Nella foto Urbano Cairo)