Festivalbar
Domenico Naso: basta nostalgia per il Festivalbar
La differenza più evidente è che all'epoca del Festivalbar, che molti rimpiangono sui social, c'erano molti più soldi e si poteva andare di città in città in una sorta di giro d'Italia estivo, mentre adesso tocca registrare le poche puntate in un paio di giorni, nella stessa piazza della stessa città. E televisivamente forse non ricordate bene cos'era il Festivalbar, visto che anche su quel fronte non è cambiata una virgola. Così Domenico Naso su "Il Fatto Quotidiano".
Pubblicato il 06/07/2017 14:32 in RASSEGNA STAMPA
Argomenti: - -