Pubblicato il 31/07/2019, 15:03 | Scritto da Tiziana Leone

Non solo Antonella Clerici. Fuori dai palinsesti Rai sono rimasti in tanti, Pippo Baudo compreso

Non solo Antonella Clerici. Fuori dai palinsesti Rai sono rimasti in tanti, Pippo Baudo compreso
Il caso più eclatante è stato quello di Antonella Clerici, lasciata a casa nonostante il suo contratto con la Rai. Ma non è l'unico caso a Viale Mazzini.

Da Pippo Baudo, cui il direttore di Rai1 aveva promesso un nuovo programma a Osvaldo Bevilacqua, lasciato a casa con il suo Sereno Variabile. Tanti i volti rimasti senza un programma nella prossima stagione.

Non solo Antonella Clerici. Fuori dai palinsesti Rai sono rimasti in tanti, a cominciare da Pippo Baudo che festeggiato a giugno scorso con una puntata speciale su Rai1 per i suoi 83 anni e 60 di carriera, si era detto pronto a preparare un programma, stile Novecento  per celebrare gli anni Duemila, ancora poco raccontati in tv.

«Ne abbiamo già parlato, anche l’amministratore delegato Fabrizio Salini è interessato», aveva giurato il direttore di Raiuno Teresa De Santis. E invece di Pippo in Rai non c’è più traccia. Scomparso anche nelle intenzioni, visto che nessuno alla presentazione dei palinsesti Rai ne ha fatto cenno. A differenza di un altro suo coetaneo, Maurizio Costanzo, che su Rai1 firmerà invece ben due programmi: a S’è fatta Notte, rubrica di interviste confidenziali ambientate in un pub, in terza serata dal 30 settembre, il giornalista ha aggiunto un altro impegno: Gran Varietà dal 16 dicembre in seconda serata. Si tratta di uno show dedicato ai grandi varietà che hanno fatto la storia della tv di Stato, realizzato con il tradizionale patrimonio delle Teche Rai, che Costanzo introdurrà e commenterà in chiusura con la partecipazione dei protagonisti dei programmi di allora. Insomma uno show in perfetto stile Baudo.  

Osvaldo Bevilacqua

Osvaldo Bevilacqua ha guidato Sereno variabile dal 1978, fino a fargli conquistare un posto nel Guinness dei primati come programma più longevo di una tv con lo stesso conduttore. Come Pippo, Bevilacqua è stato festeggiato e celebrato, ha spento candeline e ricevuto complimenti dai vertici Rai. Poi, tanti cari saluti. Sereno Variabile non è più in palinsesto.  Questione di budget, ma forse anche di opportunità, visto che la rete di Carlo Freccero è in cerca di quel pubblico giovane che in tv preferisce Pechino Express o Il Collegio,  da cui anche la voce narrante di un altro “anziano” del piccolo schermo come Giancarlo Magalli è stata sostituita da quella più squillante di Simona Ventura. Uno dei pochi avvicendamenti in tv, avvenuto senza lacrime. 

Le lacrime

Lacrime scese a diversi conduttori che si sono visti “sostituire” dall’oggi al domani, senza un perché. O meglio il perché c’è, ma nessuno gliel’ha comunicato. Federico Quaranta si è trovato fuori da Linea Verde, storica rubrica della domenica mattina di Raiuno, passata nelle mani di Beppe Convertini, già “promosso” dal direttore di Rai1 alla guida de La vita in diretta estate. Lui si è lamentato: «Nessuno mi ha avvisato». A onor del vero, prima di lui, nessuno aveva avvisato nemmeno Patrizio Roversi, quando Quaranta lo sostituì un anno fa. La sua collega Daniela Ferolla, sostituita quest’anno da Ingrid Muccitelli , è stata invece ricollocata a Linea verde Life, spin-off della trasmissione in onda il sabato mattina. Benedetta Rinaldi, fino allo scorso anno alla guida di Unomattina con Franco Di Mare è stata lasciata a casa per far posto a Valentina Bisti e Roberto Poletti, a differenza del collega  Di Mare, promosso alla vicedirezione di Raiuno, e con uno un nuovo programma il lunedì in seconda serata.  

Mezzogiorno in famiglia

Massimiliano Ossini e Adriana Volpe sono stati direttamente soppressi con la loro trasmissione Mezzogiorno in famiglia. «Non ho budget – ha chiarito Freccero – L’ho detto a Michele Guardì». In ristrettezze economiche anche per l’arrivo del non economico Fabio Fazio, il direttore di Raidue ha tagliato dal suo palinsesto la storica trasmissione, scatenando le reazioni infuriate della Volpe. Più “pacata” la risposta di Ossini, che ha dichiarato di aver appreso della cancellazione del programma a mezzo stampa, ma senza farne una questione di vita o di morte. Anche perché, a differenza della Volpe, rimasta senza una trasmissione, Ossini si potrà consolare con Linea Bianca, che tornerà a condurre su Raiuno dal 30 novembre. 

 

Tiziana Leone

 

(Nella foto Pippo Baudo)