Pubblicato il 09/10/2019, 17:03 | Scritto da Tiziana Leone

Netflix-Mediaset: accordo per produrre 7 film tra storie d’amore, calcio e passione

Netflix-Mediaset: accordo per produrre 7 film tra storie d’amore, calcio e passione
Netflix investirà 200 milioni di euro nei prossimi due anni per la realizzazione di contenuti italiani. Lo ha annunciato Reed Hastrings, Ceo di Netflix.

L’accordo Netflix-Mediaset prevede che i film vengano prima resi disponibili sulla piattaforma via streaming, per poi passare sulla tv generalista, dove andranno in onda su Canale5. 

«Il nostro investimento totale sarà di 200 milioni di euro in contenuti italiani nei prossimi due anni. E questi sette film con Mediaset fanno parte di questo sforzo». Reed Hastings,  CEO di Netflix spiega accanto ad Alessandro Salem, responsabile dei contenuti di Mediaset, i termini dell’accordo che porterà Netflix a produrre sette film con Mediaset: sette opere prime, che prima sbarcheranno sulla tv via streaming e dopo dodici mesi andranno in onda su Canale 5. Per le sale, si vedrà,  segno che ormai quel che conta è il piccolo schermo.

«Il nostro accordo è nato sulla base di un concetto condiviso: la rilevanza strategica della produzione originale. Il mercato italiano sta vivendo grandi cambiamenti e le alleanze forti come quella che stiamo stringendo con Netflix sono una delle più importanti risposte a questo cambiamento – sottolinea Alessandro Salem, responsabile dei contenuti Mediaset – Siamo  partiti da un concetto semplice:  raccontare storie, sperando che una volta realizzate da talenti italiani possano viaggiare nel mondo. E’ una prima intesa sperimentale, un primo passo verso una collaborazione più profonda».

Netflix e le tasse

«Come tutte le imprese internazionali è importante che paghiamo le imposte in iItalia, per questo apriremo un ufficio con residenza stabile sul vostro territorio, e saremo normali contribuenti come qualsiasi altra impresa». Reed Hastings risponde così alla domanda sull’inchiesta aperta dalla Procura di Milano per il mancato pagamento della tasse della tv americana via streaming nel nostro Paese. Quando Netflix aprirà i suoi uffici e comincerà a versare i contributi, non è dato sapere. «Stiamo lavorando per l’apertura della sede legale in Italia – insiste Hastings – Ma non abbiamo una data precisa».

La concorrenza e i sette film con Mediaset

La concorrenza incombe, a breve faranno il loro debutto Apple Tv e Disney + sul mercato della tv via streaming e Netflix rischia di perdere la sua supremazia. «I prossimi cinque anni saranno i più fantastici della storia: Amazon, Apple, Mediaset, Netflix, HBO, tutti vogliono produrre contenuti originali e congratulazioni a tutti per quello che faranno – sorride Hastings – Noi abbiamo sempre avuto tanti concorrenti, e cercheremo di vincere questa sfida correndo più veloci».

I sette film realizzati con Mediaset arriveranno probabilmente su Netflix nel 2020. «Ma non abbiamo alcuna fretta – garantisce l’ad – preferiamo puntare sulla qualità». I primi cinque hanno già un titolo e una produzione, mentre per altri due film l’accordo non è ancora chiuso. Si tratta di storie d’amore, di calcio e di passione: in Sotto il sole di Riccione di Enrico Vanzina e in Sulla stessa onda verrà esplorato l’amore, spesso complicato, tra teenagers, ne Il divin Codino si racconteranno i vent’anni di carriera e di vita di Roberto Baggio, L’ultimo paradiso prodotto e interpretato da Riccardo Scamarcio sarà la storia di un un contadino in lotta nell’Italia degli anni ’50, mentre in Al di là del risultato il regista Francesco Lettieri porterà lo spettatore nella vita di un ultrà di calcio. «Pensiamo che questo sia solo l’inizio di una nuova forma di cooperazione con Mediaset. Siamo complementari -conclude Hastings – E possiamo finanziare tante storie per il nostro pubblico».

In questo video di TvZoom le dichiarazioni di Scamarcio, Vanzina e Lamartire

Tiziana Leone

 

(Nella foto Reed Hastings)