Pubblicato il 18/07/2018, 12:33 | Scritto da La Redazione

Anniversario della strage di via D’Amelio: la programmazione Rai dedicata a Paolo Borsellino

Anniversario della strage di via D’Amelio: la programmazione Rai dedicata a Paolo Borsellino
Documentari, inchieste, approfondimenti: Rai continua a ricordare l’anniversario della strage mafiosa di via D’Amelio a Palermo, il 19 luglio 1992, con una programmazione dedicata su tutte le reti.

La programmazione parte mercoledì 18 alle 19.30 su Rainews24 con uno speciale dal titolo La strage annunciata

Documentari, inchieste, approfondimenti: Rai continua a ricordare l’anniversario della strage mafiosa di via D’Amelio a Palermo, il 19 luglio 1992, con una programmazione dedicata su tutte le reti. Un omaggio al giudice Paolo Borsellino e a Agostino Catalano, Emanuela Loi, Vincenzo Li Muli, Walter Eddie Cosina e Claudio Traina, gli uomini della scorta che morirono con lui, un ricordo che si intreccia con la memoria di Giovanni Falcone e delle altre vittime della strage di Capaci, 57 giorni prima.

La programmazione parte mercoledì 18 luglio alle 19.30 su Rainews24 con uno speciale dal titolo La strage annunciata. Su Rai Storia alle 22.10 va in onda Paolo Borsellino – Essendo stato,  il film doc di Ruggero Cappuccio introdotto dal Procuratore Nazionale Antimafia Federico Cafiero De Raho, che partendo dall’audizione di Borsellino davanti al Csm nel 1988 racconta l’uomo e il magistrato, il suo impegno per la legalità e la giustizia.

Giovedì 19 luglio, giorno della strage, il ricordo attraversa reti e testate: su Rai1 Unomattina Estate, dalle 7.10, e La vita in diretta Estate, dalle 15.25 dedicano spazi d’approfondimento alla ricorrenza, così come Agorà estate alle 8.00 su Rai3.

Sempre su Rai3 Paolo Mieli e il professor Salvatore Lupo rileggono la stagione delle stragi di Mafia del 1992 a Passato e Presente, il programma di Rai Cultura in onda alle 13.15 (e alle 20.30 su Rai Storia): dall’omicidio di Salvo Lima alla morte di Falcone e Borsellino, fino alle bombe di Firenze, Milano e Roma dell’anno successivo.

Spazio alla ricorrenza anche in Blob, alle 20.00, mentre alle 21.20 Rai3 propone il film di Fiorella Infascelli con Massimo Popolizio, Giuseppe Fiorello e Valeria Solarino Era d’estate, dedicato alla vacanza di lavoro dei due giudici con le loro famiglie all’Asinara.

Per l’informazione, servizi e approfondimenti in tutti i Tg e Gr, su RaiNews24 con ampie finestre informative e uno Speciale, e nelle edizioni della Tgr Sicilia, con collegamenti in diretta, testimonianze e iniziative speciali.
Sulle reti tematiche, il film Paolo Borsellino. I 57 giorni di Alberto Negrin, con Luca Zingaretti e Lorenza Indovina, in onda alle 23.15 su Rai Premium ricostruisce i giorni che separano la morte di Falcone da quella di Borsellino, in cui il giudice intuisce il suo destino e traccia il bilancio della sua esistenza.

Un ricordo in musica, invece, quello di Rai5 con Insieme per non dimenticare. Concerto in onore degli Angeli Custodi di Capaci e Via D’Amelio: dal Teatro Massimo di Palermo la Banda musicale della Polizia di Stato suona in onore delle scorte dei giudici Falcone e Borsellino.

Sempre il 19 luglio, Rai Storia ricorda più volte durante il giorno la strage di via D’Amelio in Il giorno e la Storia, oltre a riproporre alle 10.30 Paolo Borsellino – Essendo Stato. E ancora Rai Storia – venerdì 20 luglio – propone una doppia riflessione su quei giorni a Tv Storia, alle 22.10, in cui Massimo Bernardini ricostruisce trent’anni di stragi di mafia con il sociologo Nando dalla Chiesa, il giornalista Nino Rizzo Nervo e lo storico Marcello Ravveduto; e con lo Speciale in cui Gianni Riotta incontra il Procuratore Nazionale Antimafia Federico Cafiero De Raho.

Oltre alla programmazione di Rai5 e Rai Storia, Rai Cultura offre un Web-Doc online, dedicato alle vittime della mafia. Tra i contenuti selezionati dalle Teche Rai anche puntate sul tema di Diario Civile, Il Tempo e la Storia, L’Italia della Repubblica e Lezioni di mafia, con testimonianze di magistrati, boss, familiari delle vittime e commenti di storici.

 

(Nella foto Paolo Borsellino)