Pubblicato il 01/04/2018, 18:52 | Scritto da La Redazione

Report indaga su cyborg realistici, disastri, smettere di russare

Report indaga su cyborg realistici, disastri, smettere di russare
Nella serata di Pasquetta, con gli italiani che si presume al rientro dopo il ponte e dopo la scampagnata, Report va in onda con un menù leggermente più ammiccante del solito. I temi? Gli organismi cibernetici, la necessità di prevenire i disastri naturali, sempre più frequenti in Italia, e il tema di chi dorme e fa dormire gli altri male.

La squadra di Sigfrido Ranucci affronta la sfida degli ascolti del lunedì di pasquetta con temi popolari

Grandi temi, problemi di respiro ampio, ma anche problematiche più legate al quotidiano. Nella serata di Pasquetta, con gli italiani che si presume al rientro dopo il ponte e dopo la scampagnata, Report va in onda con un menù leggermente più ammiccante del solito. I temi? Gli organismi simil umani cibernetici, la necessità di prevenire i disastri naturali, sempre più frequenti in Italia, e il problema di chi russa e dorme male.

La redazione ora diretta da Sigfrido Ranucci, erede al comando di Milena Gabanelli, s’impegna per l’appunto su tre servizi chiave per resistere alla replica de Il Commissario Montalbano. Essere Umani (firmato da Giorgio Mottola) parla dell’era dell’Uomo Cyborg. La tecnologia non sarà più intorno a noi, ma dentro di noi. Già oggi chip sottopelle consentono di sostituire chiavi, badge e carte di credito. Con la sola forza del pensiero, grazie a sensori a contatto con il cervello, è possibile far muovere oggetti e guidare automobili. E c’è anche chi non si accontenta di avere solo cinque sensi, e attraverso modificazioni del proprio corpo è in grado di percepire i terremoti e avvertire i cambiamenti meteorologici. Ma sull’Uomo Cyborg non scommettono solo la medicina e le università: Google, Facebook, Amazon e Elon Musk da tempo sviluppano progetti per integrare computer e cervello umano. Quali rischi corriamo se una tecnologia in grado di modificare il corpo e la biologia umana rispondono alle logiche del marketing?
La resilienza (firmato da Giulio Valesini) parla invece di catastrofi. Negli ultimi settant’anni l’Italia ha registrato diecimila vittime e 290 miliardi di danni a causa di disastri e sismi. La media è di un terremoto distruttivo ogni cinque anni, i territori a rischio sono l’83% dell’intero Paese. Invece di parlarne a catastrofe avvenuta, e sempre in emergenza, è arrivato il momento di prepararsi, rendendo comunità, case e aziende più resilienti. Significa fare ricostruzione in modo intelligente, attraendo giovani e investimenti. Report ha girato l’Italia e ha registrato piccoli esempi di resilienza. Ancora poco però in confronto alla California dove da decenni si preparano al Big One. E hanno trasformato la paura della catastrofe in una grande opportunità che, oltre a salvare vite ed edifici in futuro, fa girare l’economia.
Sonni d’oro (firmato da Cecilia Andrea Bacci) affronta un problema molto diffuso. “Io? Ma figurati”. Non lo vogliono ammettere, ma sono tanti gli italiani che russano: due su cinque, per la disperazione del partner. Complice una vita sempre più frenetica, dormiamo sempre meno e sempre peggio. Un cattivo sonno, però, influisce negativamente sulle nostre relazioni sociali e mette in pericolo la nostra salute, oltre a esporci maggiormente a incidenti stradali e infortuni sul lavoro. Russare, poi, può essere campanello di allarme di patologie serie come la sindrome delle apnee ostruttive nel sonno, di cui soffre, si stima, il 6% degli italiani. Ma dormire male può essere un pesante costo sociale stimato in 15 miliardi di euro. L’equivalente di una finanziaria. Dormire meglio si può? E quali sono i rimedi a cui affidarsi? Report prova a dare risposte anche su questo.