Pubblicato il 31/03/2021, 14:03 | Scritto da La Redazione

Ferruccio De Bortoli in pole position per la presidenza Rai

Ferruccio De Bortoli in pole position per la presidenza Rai
La nostra rassegna stampa, con gli estratti degli articoli più interessanti: l’ex direttore (due volte) del “Corriere della Sera” e de “Il Sole24Ore”, oggi presidente dell'Associazione Vidas di Milano e della casa editrice Longanesi, non sembra avere rivali.

Quanti nomi in corsa per il rinnovo dei vertici Rai

MF – Milano Finanza, pagina 6, di Andrea Montanari.

I tempi stringono, i partiti sono in azione. Tra le tante aziende pubbliche che vanno al rinnovo dei vertici nei prossimi mesi c’è anche la Rai, terreno solitamente non facile di confronto tra i partiti per la definizione di un equilibrio in seno al cda e tra le tre principali emittenti, Rai1, Rai2 e Rai3. Il tal senso le varie anime che compongono la maggioranza «bulgara» che appoggia il governo Draghi – di fatto solo Fratelli d’Italia è all’opposizione – stanno valutando come posizionarsi. Il tandem presidente-direttore generale è il nodo principale della questione. In tal senso per il ruolo di numero uno della tv di Stato il nome più accreditato, già più volte emerso negli anni passati, è quello di Ferruccio De Bortoli, già direttore (due volte) del Corriere della Sera e de Il Sole24 Ore, oggi presidente dell’Associazione Vidas di Milano e della casa editrice Longanesi (gruppo Mauri Spagnol).

Mentre è aperta la sfida per il molo di top manager, seppure limitata, molto probabilmente, a dirigenti interni o che abbiano già lavorato in Viale Mazzini. Del resto con il tetto agli stipendi dei dipendenti pubblici, difficilmente da aziende private arriverà qualche candidatura. Al momento pare che in pole per la carica di dg della Rai ci sia Paolo Del Brocco, attuale ad di Rai Cinema e in azienda dal 1991. Il suo principale competitor è Roberto Sergio, direttore di Radio Rai e già presidente di Sipra (oggi Rai Pubblicità) e Rai Way, in viale Mazzini dal 2004 ed ex dirigente di Lottomatica (Igt). Terzo incomodo è Eleonora Tinny Andreatta attualmente vicepresidente delle serie originali italiane di Netflix dopo una lunga esperienza (25 anni) proprio a viale Mazzini, azienda lasciata con i galloni di direttore di Rai Fiction.

 

(Nella foto Ferruccio De Bortoli)