Pubblicato il 23/02/2021, 14:34 | Scritto da La Redazione
Argomenti: , ,

Mamma mia come va male mamma Rai

Mamma mia come va male mamma Rai
La nostra rassegna stampa, con gli estratti degli articoli più interessanti: un flop dietro l’altro negli show di prima serata. Si salva solo la fiction, con ascolti mirabolanti. Ma è ancora quella prodotta da Tinny Andreatta, ora passata a Netflix.

Coletta, l’affossa Rai1

Libero, pagina 21, di Francesca D’Angelo.

Se è mai esistito un periodo, in tutta la storia della Rai, dove nessuno desidererebbe dirigere Rai1 è proprio l’annata 2020-2021. La pandemia è infatti una rogna (eufemismo decisamente educato) di proporzioni giganti, difficile da gestire. Tale grana è toccata in sorte a Stefano Coletta: il suo mandato da direttore di Rai1 è scattato in concomitanza con Sanremo 2020, ossia a una settimana scarsa dall’esplosione del Covid-19. Da lì in poi è stata una lotta quotidiana: difficile, anzi, difficilissima tra tamponi, show che slittavano, casi positivi, pubblico sì, pubblico no… Coletta meriterebbe un elogio solo per averci provato, ma, purtroppo, non funziona così: i bilanci in Rai guardano all’audience e di recente qualcosa si è inceppato. E dire che il nostro era partito bene, lanciando per esempio il fenomeno The Voice Senior. Ora però in prime time si respira aria di crisi.

A piccola richiesta

Il flop più pesante si chiama A grande richiesta: in vista di Sanremo si era deciso di programmare una serie di specialoni musicali al sabato sera. La prima puntata, dal titolo Parlami d’Amore, ha esordito con 2,2 milioni e il 10,2%; la seconda, dedicata a Patty Pravo, è scesa a 1,8 milioni e l’8,3%. Entrambe sono state travolte dal panzer C’è posta per te che veleggia serafico sui 6 milioni di spettatori. Morale: la puntata di sabato prossimo, con I ricchi e poveri, è stata frettolosamente anticipata a stasera.

Basterà? I primi di gennaio ha deluso le aspettative anche la serata musicale con Beppe Fiorello: Penso che un sogno così, che voleva celebrare sia Modugno sia la famiglia di Fiorello, si è arenata a 2,8 milioni (12%) lasciando campo libero al Gf Vip, che si è imposto con 3,2 milioni e il 19,6%. E ancora: è stata una doccia fredda pure la seconda edizione de II cantante mascherato. Quello che sembrava lo show perfetto in epoca Covid (già ribattezzato Il cantante mascherinato…) fatica invece a decollare: la scelta di spingere sull’elemento investigativo, aggiungendo una schiera di detective, forse non ha premiato e comunque la giuria continua a non convincere. Morale: lo show va bene ma non benissimo e si ritrova il Gf Vip con il fiato sul collo.

 

(Nella foto Stefano Coletta)