Pubblicato il 14/01/2021, 18:05 | Scritto da La Redazione
Argomenti: , ,

Le ragazze nel pallone si raccontano su TIM Vision

Le ragazze nel pallone si raccontano su TIM Vision
La nostra rassegna stampa, con gli estratti degli articoli più interessanti: in onda la docuserie “Uniche”, con le storie e le emozioni della Serie A femminile di calcio attraverso lo sguardo delle protagoniste. E i passaggi generazionali che hanno permesso il grande salto dall’anonimato alle dirette Tv.

Uniche, le calciatrici in una serie Tv

Avvenire, pagina 25, di Tiziana Lupi.

Sono decisamente lontani i tempi in cui il calcio femminile era considerato qualcosa di folcloristico, quasi un tabù o, nella migliore delle ipotesi, un’esercitazione amatoriale, una versione rosa della classica sfida scapoli-ammogliati. Oggi le calciatrici non solo hanno partecipato, e vinto molto, all’ultimo campionato mondiale che si è svolto in Francia nel 2019, ma sono anche diventate le protagoniste di una docuserie. Si intitola Uniche, va in onda su TimVision (l’unico broadcaster a trasmettere in diretta tutte le partite della Serie A femminile) a partire da domani e racconta le storie e le emozioni della Serie A Femminile di caldo attraverso lo sguardo delle sue protagoniste. Che, assicurano all’unanimità, «siamo solo all’inizio. Noi giochiamo perché abbiamo una passione. Giochiamo per la maglia, non ci sono giocatrici mercenarie». Altra musica, insomma, rispetto ai colleghi del caldo maschile dove, è ormai convinzione comune, le bandiere non esistono più e a comandare è il dio denaro.

Uniche prevede sei appuntamenti che coinvolgono tutte le dodici squadre della serie A Femminile: le ragazze si raccontano dentro e fuori dal campo e gli spettatori potranno seguire il dietro le quinte della preparazione, dagli allenamenti al fischio d’inizio del campionato, fino ad arrivare all’agognata convocazione della Nazionale. Ci sono tutte le ansie e le emozioni che, solo fino a qualche anno fa, erano considerate appannaggio esclusivo del mondo maschile. Si parte, domani, con Alzati e gioca con le giocatrici che si preparano ad affrontare la nuova stagione del campionato. Le esperienze sono diverse, c’è chi è reduce da un brutto infortunio e chi è appena diventata capitano, ma ad accomunarle è il desiderio di abbattere l’indifferenza e i pregiudizi.