Pubblicato il 10/09/2020, 19:05 | Scritto da La Redazione
Argomenti: ,

Marco Giordani: Mediaset non perde il sogno di creare un gruppo europeo

Marco Giordani: Mediaset non perde il sogno di creare un gruppo europeo
La nostra rassegna stampa, con gli estratti degli articoli più interessanti: il Cfo di Mediaset parla alla luce delle ultime sentenze e del cambio di strategia. Il Biscione si butterà nelle tlc, ma non perde l’obiettivo continentale.

Giordani: il Biscione punta ancora a creare un gruppo tv europeo

MilanoFinanza, pagina 9, di Andrea Cabrini

Domanda. Giordani, partiamo dai numeri della semestrale. Effetto Covid anche sul vostro bilancio?

Risposta. In realtà i primi sei mesi dell’anno sono composti da tre fasi distinte: nei primi due mesi i ricavi sono cresciuti del 2%, oltre le attese. Poi il lockdown è stato il periodo più duro; abbiamo subito un calo dei ricavi superiore al 20%. In quel momento siamo riusciti ad agire sui costi con una rapidità quasi eccezionale, tanto che l’ebitda è stato positivo per 30 milioni e di questo siamo molto contenti. Anche la generazione di cassa è stata maggiore rispetto all’anno scorso. Abbiamo agito sugli investimenti per mantenere solidità finanziaria, che in una fase di crisi è la priorità assoluta.

D. In estate è iniziata la ripresa?

R. Da quando l’Italia ha riaperto i risultati sono stati superiori alle stime e la ripresa più veloce, tanto che luglio e agosto sono stati positivi per i ricavi, con un incremento di circa il 10%. E’ stata una buona estate, migliore di quanto ci aspettavamo.

D. Ora però si aprono i mesi chiave per la stagione tv e per la chiusura dei conti. Come ci state entrando?

R.Molto complicato fare previsioni. La visibilità sui ricavi è legata all’evoluzione dell’emergenza sanitaria, ma ci aspettiamo un terzo trimestre positivo rispetto al 2019 e ciò ci consente di iniziare con la nuova stagione televisiva con ottimismo.

D. Da inizio settembre, dopo la svolta della Corte Europea, il titolo Mediaset ha recuperato oltre il 20%. Il mercato sta anticipando una svolta nei vostri rapporti con Vivendi?

R. Comprendiamo la voglia sfrenata di speculazioni attorno a una vicenda che coinvolge l’azienda da tanto tempo. Però noi commenteremo solo notizie e non seguiremo questo via vai di rumors. Quello che posso dire è che siamo fortemente interessati a un progetto di sviluppo e continuiamo a pensare che la creazione di un broadcaster europeo sia un progetto interessante da perseguire.

 

 

(Nella foto Marco Giordani)