Pubblicato il 08/02/2020, 12:00 | Scritto da Emanuele Bruno

Ascolti tv analisi 7 febbraio, tutto Sanremo minuto per minuto: Fiorello coniglio Maria, Gassmann Jr., i baci, Quando Quando Quando, Mollica…

Ascolti tv analisi 7 febbraio, tutto Sanremo minuto per minuto: Fiorello coniglio Maria, Gassmann Jr., i baci, Quando Quando Quando, Mollica…
Torna Rosario Fiorello, ed è di nuovo lui alla quarta serata a caratterizzare lo show, e a suggellare i passaggi sul palco con i momenti topici per i meter. Il Festival di Amadeus raccoglie il 53,3% e 9,5 milioni, ancora al top per share delle edizioni degli ultimi decenni, ma molto più indietro per numero di spettatori. FOTORIASSUNTO METER.

E’ tornato il mattatore

Alla quarta serata è stato di nuovo Rosario Fiorello – dicono i meter – a firmare i momenti chiave del Festival di Sanremo.

Ieri la kermesse canora ha conquistato 9,5 milioni di spettatori con il 53,3% di share. In particolare la prima parte ha ottenuto 12,674 milioni di spettatori ed il 52,3%, la seconda parte 5,795 milioni di spettatori ed il 56%. Nel 2019 la seconda edizione di Claudio Baglioni alla quarta prova aveva ottenuto 9,522milioni di spettatori ed il 46,1%; mentre nel 2018 il direttore artistico, cantante e conduttore aveva conseguito 10,1 milioni con il 51,1% di share. Ieri Amadeus ha fatto quindi di nuovo il miglior risultato per share degli ultimi due decenni.

Mentre, se si considera il parametro dell’ascolto medio, la lunghissima serata di ieri, conclusasi venti minuti dopo le due di notte, in parte quindi fuori dall’area delle misurazioni giornaliere di Auditel, con una penetrazione del mezzo ed un bacino che negli anni sono diventati progressivamente molto più bassi, si è posizionata al sedicesimo posto.

Il coniglio biondo e Leo Gassmann al top

L’artista siciliano – onorando la promessa della sera prima – è entrato vestito da Coniglio de Il cantante mascherato. Sorpresa ulteriore, sotto la maschera aveva la parrucca bionda (“Sembro Caniggia… “) che gli era servita per imitare Maria De Filippi.

Ebbene, alle 21.47, alle 21.47 con Fiorello defilippizzato, con testa del coniglio sotto il braccio, che cantava Montagne Verdi su musica di Francesco De Gregori, il Festival ha fatto il picco assoluto di ascolti a quota 15,352 milioni e 54,15%.

Pochi minuti dopo, alle 21.53, sancendo la vittoria di Leo Gassmann su Tecla nella gara dei giovani, Rai1 ha toccato quota 15,252 milioni di spettatori ma con il 54,44% di share.

Il bacio di Tiziano e Fiore e quello di Ama alla mamma

Dopo il break, in 14 milioni (con la partenza della gara) hanno seguito l’esibizione di Paolo Iannacci.

Mentre alle 22.20, la pace con il bacio tra Fiorello e Tiziano Ferro è stata suggellata dalla sintonizzazione di 14,150 milioni di spettatori.

Con 13,5 milioni è stata invece salutato l’ingresso in scena di Antonella Clerici, che ha preceduto l’esibizione di Dua Lipa.

Ha fatto meglio il bacio di Amadeus alla mamma: 13,750 milioni prima delle 23.00.

Nella fase in questione, però, diventa più rilevante guardare l’andamento dello share.

Lo share della notte, colpo di Renis

Alle 23.24 la percentuale di platea relativa è salita al 56% alla fine della esibizione di Tiziano Ferro con gli Eugenio in via di Gioia a ritirare il premi della critica.

Subito dopo l’esclation che ha portato la picco di share: al 61,8% alle 23.48 con Fiorello, Tony Renis e ‘Quando Quando Quando’.

Mollica, Ghali, Pelù, Nannini e Coez

Alle 24.05, 58% di share alla fine della fase dedicata a Vincenzo Mollica, prima del meedley di Ghali.

E poi 57% circa, venti minuti prima dell’una di notte e a cavallo dell’una di notte, con Piero Pelù e quindi con Gianna Nannini e Coez.