Pubblicato il 09/02/2019, 11:41 | Scritto da Carlo G. Lanzi

Ascolti Tv 8 febbraio: il venerdì di Sanremo 2019 perde il 5% rispetto al 2018

Ascolti Tv 8 febbraio: il venerdì di Sanremo 2019 perde il 5% rispetto al 2018
Il Festival, nella serata dei duetti vinta da Motta e Nada, lascia sul campo oltre mezzo milione di spettatori, rispetto all’edizione dell’anno scorso. Sparisce Canale5, si difende Rete4.

L’età media degli spettatori del Festival di Sanremo è stata di 54 anni

Penultima serata del Festival di Sanremo 2019, con 24 duetti in onda: praticamente la diretta del Concertone del Primo Maggio. Hanno vinto Motta e Nada, ma soprattutto positivi i dati degli ascolti tv usciti da Auditel.

Nella prima parte, dalle 21.21 alle 23.39, il Festival ha registrato il 45,49% di share media con 11,170 milioni di spettatori, con un’età media di 54 anni, mentre nella seconda parte dalle 23.43 a 00.51 48,56% e 6,215 milioni, con la stessa età media. Complessivamente, quindi, il risultato è stato del 46,11% di share media con 9,552 milioni di italiani collegati.

Rispetto agli anni passati

Claudio Baglioni, rispetto alla sua edizione del 2018, ha perso il 5% di share e 555 mila spettatori. Ha quasi pareggiato con il Carlo Conti Bis del 2016 (9,604 milioni) e ha vinto contro il Fabio Fazio Bis del 2014 (8,762 milioni). Per il resto il dato di ieri perde con tutti dal 2010.

C’è da dire, comunque, che vista la débâcle della prima serata, il direttore artistico nelle serate successive è riuscito a mantenere una buona media, cosa non scontata con una partenza falsa di quel genere.

I correlati del Festival

Il Primafestival ha portato a casa il 27,47% di share media con 6,978 milioni di telespettatori , con un’età media di 59 anni. Giovedì il programma aveva fatto il 27,85% con 7,144 milioni.

Sanremo Start ha fatto il 37,03% con 9,941 milioni, mentre la sera prima aveva registrato il 35,22% e 9,573 milioni.

Il Dopofestival, invece, ha registrato il 35,01% con 2,025 milioni. Giovedì notte aveva portato a casa il 32,50% con 1,650 milioni.

Dietro il Festival

Seconda piazza per Canale5 con il film Una piccola impresa meridionale, che ha portato a casa un misero 5,60% di share media con 1,306 milioni di contatti, con un’età media di 49 anni, così suddivisi: primo tempo 5,75% e 1,5 milioni, secondo tempo 5,27% e 1,010 milioni.

Medaglia di bronzo per Quarto grado Le storie su Rete4, che ha fatto il 4,90% con 1,006 milioni di telespettatori, con un’età media di 59 anni.

La pay tv

La trasmissione in simulcast su SkyUno e Tv8 di Italia’s Got Talent ha registrato il 2,66% di share media con 651 mila spettatori con un’età media di 46 anni.

Su Sky Sport, invece, Chievo-Roma ha portato a casa l’1,95% di share media con 518 mila contatti, con un’età media di 51 anni.

I dati del pomeriggio

In day time La vita in diretta su Rai1 ha registrato il 13,20% con 1,5 milioni di spettatori nella prima parte e il 16,58% e 2,1 milioni nella seconda. Su Canale 5, invece, Pomeriggio5 ha portato a casa il 16,87% con 2 milioni di spettatori nella prima parte e il 15,77% e 2,1 milioni nella seconda.

I Tg serali

Tra i telegiornali della sera, invece, il Tg1 delle 20 registra il 25,92% con 6 milioni di spettatori, Tg5 18,42% con 4,3 milioni, Tg2 5,19% con 1,3 milioni, Tg3 11,62% con 2,1 milioni, Studio aperto 5,54% con 848 mila spettatori, Tg4 3,28% con 584 mila e TgLa7 5,61% con 1,3 milioni.

 

Carlo G. Lanzi

 

(Nella foto il Festival di Sanremo)