Pubblicato il 06/08/2015, 14:01 | Scritto da La Redazione

Accordo Mediaset-Telecom, le tv «premium» sulla rete Tim

Accordo Mediaset-Telecom, le tv «premium» sulla rete Tim
Ieri è stato siglato l'accordo distributivo tra Mediaset e il gruppo Telecom Italia che consentirà ai clienti Tim di accedere all'intera offerta televisiva «Premium Online» di Mediaset grazie alla capacità di trasmissione delle reti a banda larga e ultralarga di Tim.

Rassegna Stampa: Corriere della Sera, pagina 33, di Marco Sabella

 

Accordo Mediaset-Telecom, le tv «premium» sulla rete Tim

 

Il processo di integrazione tra telefonia, televisione e internet su tutti i dispositivi connessi alla rete compie un nuovo passo in avanti. Ieri è stato siglato l’accordo distributivo tra Mediaset e il gruppo Telecom Italia che consentirà ai clienti Tim di accedere all’intera offerta televisiva «Premium Online» di Mediaset grazie alla capacità di trasmissione delle reti a banda larga e ultralarga di Tim. L’accordo, che per la clientela diventerà operativo dal prossimo 7 settembre, permetterà ai circa 30 milioni di clienti di Tim di accedere all’intero pacchetto di contenuti oggi distribuiti attraverso la tradizionale pay Tv di Mediaset Premium. Si tratta di 22 canali televisivi, oltre 6000 contenuti on demand e nell’offerta sarà incluso tutto il calcio in diretta, tra cui la Champions League. Attraverso questa partnership Mediaset si propone di allargare la sua fascia di clientela a pagamento a un’utenza di target più giovane, in grado di utilizzare tutti i dispositivi in mobilità e la smart TV con collegamento a internet. Cologno Monzese prevede di portare entro l’anno a due milioni il

numero dei suoi abbonati «premium» e di questi circa 200-25omila dovrebbero provenire dalla nuova piattaforma distributiva. Il costo dall’abbonamento «Premium Online» sarà di qualche euro inferiore rispetto all’abbonamento alla pay Tv tradizionale Mediaset Premium. Considerevoli anche i vantaggi per Telecom Italia, che non a caso proprio la settimana scorsa ha siglato un accordo analogo con l’americana Netflix e ancora precedentemente con Sky. La piattaforma aperta a banda larga e ultralarga (da 30 fino a 100 megabit al secondo) di Telecom Italia è in grado di coprire attualmente circa il 35% della popolazione italiana, ma solo il 3% dei clienti potenziali hanno stipulato fino ad oggi i contratti di linea fissa per accedere al servizio. Nel corso dei prossimi anni Telecom Italia

sosterrà investimenti per circa 5 miliardi di euro per ampliare ulteriormente la rete, ma affinché questo investimento produca profitti adeguati è necessario che la base di clientela aumenti. Da qui gli accordi con le società produttrici di contenuti video di qualità per rendere il servizio sempre più appetibile e semplificato grazie a una tariffazione unica, che unisce in una stessa bolletta l’abbonamento telefonico e i contenuti video.