Pubblicato il 04/12/2020, 17:03 | Scritto da La Redazione
Argomenti: , ,

Sbarca su Netflix la nuova Downton Abbey, ma molto più sexy

Sbarca su Netflix la nuova Downton Abbey, ma molto più sexy
La nostra rassegna stampa, con gli estratti degli articoli più interessanti: è Bridgerton, la serie ispirata ai best seller di Julia Quinn. Siamo a Londra durante la Regency, tra il 1811 e il 1820, e nelle fastose dimore della high society, tra balli e gossip, bon ton e duelli all'alba, abiti in stile impero e scandali segreti, si pensa a una sola cosa: accasare al meglio le ragazze da marito.

Bridgerton, tanto sesso siamo inglesi (dell’800)

Il Messaggero, pagina 23, di Gloria Satta.

I fan di The Crown, l’incandescente serie Netflix sulla Royal Family, potranno immergersi nuovamente nel dorato mondo dell’aristocrazia britannica. Ma vista in azione due secoli prima e al riparo da nevrosi e tragedie: la parola d’ordine questa volta è romanticismo. Sulla stessa piattaforma il 25 dicembre sbarcherà Bridgerton, la serie ispirata ai best seller di Julia Quinn e prima collaborazione tra Netflix e Shondaland, la società di Shonda Rhimes, già creatrice di successi come Grey’s Anatomy e Scandal.

Siamo a Londra durante la Regency, tra il 1811 e il 1820, e nelle fastose dimore della high society, tra balli e gossip, bon ton e duelli all’alba, abiti in stile impero e scandali segreti, si pensa a una sola cosa: accasare al meglio le ragazze da marito.

Gossip

Al centro degli otto episodi c’è la potente famiglia Bridgerton guidata dal primogenito Anthony (l’attore Jonathan Bailey) che si danna l’anima per trovare il “perfect match”, il buon partito per le sorelle. Ma Daphne, la maggiore (interpretata dalla celestiale Phoebe Dynevor) non vuole saperne di matrimoni combinati perché ama il nobile scapestrato Simon (Regé-Jean Page, un concentrato di sex appeal) mentre sullo sfondo trepidano le ragazze più giovani come l’arguta Penelope (Nicole Coughlan). E l’implacabile Lady Whistledown, a cui dà la voce Julie Andrews, smaschera i segreti di tutti nella sua rubrica di gossip contando su un lettrice avida: la Regina (Golda Rosheuvel).

Il tutto condito da costumi e ambienti da sogno, un cast ultra-giovane, la colonna sonora che mischia i classici ai pezzi pop di Ariana Grande e Shawn Mendes. Senza dimenticare che a differenza di The Crown qui il sesso c’è ed è particolarmente coinvolgente.

 

(Nella foto Bridgerton)