Pubblicato il 01/08/2019, 15:03 | Scritto da Andrea Amato

Joe Bastianich a Italia’s Got Talent: Sky sembra aver esaurito le idee

Joe Bastianich a Italia’s Got Talent: Sky sembra aver esaurito le idee
L’ex giudice di “MasterChef” approda nel talent show e la scelta sembra un classico riciclo da tv generalista. La pay tv sembra non avere più quella creatività sorprendente che l’ha resa all’avanguardia negli ultimi anni.

Joe Bastianich è il nuovo giudice di Italia’s Got Talent

Ci sono tanti fattori che portano a un esaurimento della vena creativa: stanchezza, invecchiamento, sopraggiunta incapacità di avere una visione del futuro. In un’azienda, poi, anche il mutamento dello scenario in cui si è abituati a operare e un’acquisizione che, in tutta evidenza, sottrae più energie del previsto, possono deprimere la creatività. Ed è quello che sembra essere capitato a Sky.

Per anni noi di TvZoom abbiamo sostenuto la grande forza innovatrice di editori come Sky e Discovery, che hanno dato grande respiro al panorama televisivo italiano, per decenni immobile nello stagno Rai-Mediaset, ma negli ultimi tempi sembra essere cambiato tutto e nuovi player hanno reso obsoleto questo panorama.

Le scelte industriali

Una piccola e forse anche banale scelta editoriale diffusa ieri, però, è emblematica di questa analisi: Joe Bastianich è il nuovo giudice di Italia’s Got Talent. In un momento di grande rivoluzione industriale da parte di Sky, dopo l’acquisizione del colosso americano ComCast, la notizia che riguarda l’imprenditore italo-americano è sicuramente un granello di sabbia, ma è sintomatica dell’esaurimento della vena creativa di cui sopra.

Invece di rilanciare il talent show con scelte sorprendenti, dopo l’addio di Claudio Bisio, Sky ha giocato in difesa, riciclando l’ex giudice di MasterChef. Gli editori generalisti solitamente fanno scelte del genere, per non destabilizzare il loro pubblico anziano e abitudinario, facendo girare i loro volti di punta, ma dalla pay tv ci si aspetterebbe sempre innovazione, creatività e sorprese.

Vorremmo vedere più sperimentazione, vorremmo avere nuovi Alessandro Cattelan, Diletta Leotta, Lodovica Comello e Federica Pellegrini ogni anno. Insomma, vorremmo più coraggio. Anche perché senza novità continue, senza nuovi format e senza nuovi talent a cui appassionarsi, in un momento di crisi economica diventa sempre più difficile giustificare la spesa dell’abbonamento.

 

@AndreaAAmato

 

(Nella foto Joe Bastianich)