Pubblicato il 31/03/2019, 17:01 | Scritto da Carlo G. Lanzi

A+E Network: tutto quello da vedere ad aprile

A+E Network: tutto quello da vedere ad aprile
La programmazione del prossimo mese su Crime+Investigation, Blaze e History, con Catherine Zeta-Jones nei panni di una narcos e il terremoto de L’Aquila del 2012.

Crime+Investigation

La signora della droga, martedì 16 aprile alle 22.

La Madrina, la regina dei Narcos, la signora della droga: questi i soprannomi con cui è diventata famosa Griselda Blanco, la più spietata narcotrafficante che la storia ricordi. Amica d’infanzia di Pablo Escobar, donna dai mille amanti e madre premurosa, accusata di essere la mandante di decine di omicidi, regina di un impero criminale da milioni di dollari.

Il film di Crime+Investigation racconta la storia di Griselda affidandola alla interpretazione dell’attrice premio Oscar, Catherine Zeta-Jones. A diciassette anni Griselda emigra negli Stati Uniti e a New York si fa un nome nel traffico di stupefacenti. Decide di spostarsi a Miami, dove allarga il proprio impero, ricorrendo ad omicidi, violenze ed intimidazioni nei confronti degli avversari. Scampata a diversi attentati, si trasferisce in California per proteggere i propri figli. Viene arrestata dalla DEA e poi espulsa in Colombia, dove verrà uccisa nel 2012.

Marcia Clark: oltre ogni giudizio, da lunedì 8 aprile alle 22.55

Il caso O.J. Simpson negli anni ‘90 sconvolse gli Stati Uniti e rese celebre il pubblico ministero del processo alla stella del football americano: Marcia Clark. Quell’evento le cambiò la vita e la carriera. In questa docu-serie, la Clark riapre sette dei casi più controversi della giustizia americana e riesamina le quarantotto ore dopo il crimine per scovare quei particolari che potrebbero essere sfuggiti agli investigatori all’epoca dei fatti. I casi, che sembravano essersi chiusi per sempre, vengono ora analizzati in ogni dettaglio per rivelare verità che il tempo ha nascosto per anni.

Blaze

Lunegip, da lunedì 15 aprile alle 22.40

Motori roboanti, carrozzeria imponente, ruote gigantesche. Questi truck attraversano l’America in lungo e largo: veri e propri bisonti della strada, sono il fiore all’occhiello dell’industria automobilistica americana.

Blaze dedica a questi bestioni su ruote una serie di speciali, che arricchiscono il palinsesto del canale che racconta l’altra faccia dell’America. Lo spettatore seguirà Rick, il protagonista di Missione Restauro, attraversare gli Stati Uniti alla ricerca di vecchi truck abbandonati da poter rimettere in sesto al viaggio. Visiterà l’interno di una fabbrica della Ford per assistere in prima persona alla costruzione di questi mostri meccanici. Assisterà ad una competizione particolarissima: due team si sfideranno per costruire in trenta giorni un truck da vendere ad un potenziale cliente.

Affari da nerd, da martedì 23 aprile alle 21.50

Bohus (per gli amici Bo) e Shaun sono due collezionisti ossessionati dalla tecnologia degli anni ’80 e ’90. Setacciano qualsiasi luogo alla ricerca dell’oggetto del passato che possa valere un tesoro. Tra cantine, ripostigli, vecchi negozi dell’usato i due nerd girano gli Stati Uniti per scovare il pezzo d’antiquariato tecnologico da rimettere a posto e rivendere sul mercato: dal primo esemplare di Nintendo Gameboy ai primissimi personal computer, questi oggetti possono valere centinaia di migliaia di dollari.

HISTORY

L’Aquila. una città italiana, sabato 6 aprile alle 21

Il 6 aprile 2019 sarà il decimo anniversario del terremoto che colpì l’Aquila e alcuni paesi della sua provincia. Lo speciale di due ore di History L’Aquila. Una città italiana si apre con il racconto della tensione dei giorni e delle ore precedenti al sisma delle ore 3.32.

Da quel momento in poi si intrecciano le storie dei protagonisti: Tiziana, che in quella notte perse due figlie; Eleonora, ragazza sorda, che rimase sotto le macerie per diverse ore; Milena, che era in sala travaglio per dare alla luce Gabriella; Roberto, ex guardia forestale, chiamato per prestare soccorso alla popolazione; Vincenzo, medico chirurgo, impotente davanti ad una catastrofe del genere.

Nonostante la devastazione, la vita continuò e il post terremoto mise davanti agli abitanti dell’Aquila mille difficoltà e sfide. Il documentario si sofferma sulle iniziative prese dal Governo: la creazione delle tendopoli e la realizzazione delle “New Town”. Sempre attraverso le testimonianze dei protagonisti, il documentario affronta poi la questione dell’arduo processo di ricostruzione della città e si concentra sulle indagini e i conseguenti processi che hanno messo un punto sulle responsabilità penali dei crolli.

Dalla trincea alla Casa Bianca, giovedì 11 e 18 aprile alle 21

Tra i sedici milioni di americani che combatterono durante la Seconda Guerra Mondiale ci furono anche quelli che sarebbero diventati Presidenti: Eisenhower, Kennedy, Johnson, Nixon, Ford, Carter, Reagan e Bush. Seguiremo questi uomini attraverso i teatri di guerra in Europa e Asia, raccontando la storia delle loro esperienze militari e di come il conflitto abbia plasmato la loro futura leadership. Il generale Eisenhower guidò le truppe americane in Nord Africa e le operazioni in Europa e fu la mente dello sbarco in Normandia.

Volando nei cieli del Pacifico Lyndon Johnson rischiò la vita, mentre la barca su cui si trovava John Fitzgerald Kennedy venne affondata: e anche il suo rivale nelle elezioni del 1960, Richard Nixon, combatté in Asia come Gerald Ford. Jimmy Carter si iscrisse all’accademia navale di Annapolis, mentre Ronald Reagan si arruolò nell’esercito. George Bush, il promotore della prima guerra del Golfo, fu un giovane ufficiale dell’aviazione impegnato nel conflitto contro i giapponesi.

History Now presenta Mafia-Stato: storia di un patto, lunedì 29 aprile alle 21.50

La trattativa tra la Mafia e lo Stato italiano c’è mai stata? Se sì, quando ebbe iniziò e chi la decise? A queste domande e ad altre domane prova a rispondere il documentario di History che ricostruisce la storia dei rapporti perversi tra la criminalità organizzata italiana e rappresentanti delle istituzioni pubbliche locali e nazionali. Si parte dallo sbarco anglo-americano in Sicilia, favorito dalle famiglie mafiose, alle collusioni tra Cosa Nostra e classe politica italiana, dalle uccisioni di Falcone e Borsellino all’arresto di Totò Riina e Bernardo Provenzano fino ai diversi processi che ne seguirono, come quello che prova appunto a svelare la trama della trattativa tra mafia e Stato.

 

(Nella fotoCatherine Zeta-Jones)