Pubblicato il 15/07/2017, 19:01 | Scritto da Francesco Franchi

Silicon Valley: arriva la rivincita dei nerd

Silicon Valley: arriva la rivincita dei nerd
Lunedì 17 luglio alle 21.00 su History andrà in onda il doc sulla rivoluzione digitale della West Coast americana.

Dall’Università di Berkeley al “Free Speech Movement”, da a Bob Dylan a Ronald Reagan fino a Bill Gates e Steve Jobs

 

 

 

In prima visione assoluta su History da lunedì 17 luglio alle 21.00 arriva Silicon Valley: la rivincita dei nerd, il documentario che racconta la rivoluzione digitale realizzatasi sulla West Coast americana: dalla nascita del personal computer come strumento di libertà e di protesta al ruolo svolto da figure iconiche come Bill Gates e Steve Jobs.

 

Oggi la Silicon Valley ospita la sede delle principali imprese informatiche mondiali. Ma come è nato questo fenomeno? E cosa ha preceduto il dominio globale da parte di Apple, Microsoft & co? Silicon Valley: la rivincita dei nerd ricostruisce le principali vicende che hanno riguardato i pionieri del personal computer: alla fine degli anni Sessanta, i computer erano delle macchine gigantesche, non trasportabili ed estremamente costose, a disposizione solamente di grandi società, qualche università e del governo; per questo motivo, venivano considerati come degli strumenti di controllo, come un nuovo tentacolo del “Grande Fratello”.

Nel mondo degli hippies, dei movimenti pacifisti e radicali alcune persone pensarono che creare un computer domestico, di formato ridotto, a prezzi accessibili, utilizzabile da chiunque, potesse rappresentare un simbolo di libertà ed indipendenza: un atto di rivolta contro il cosiddetto “sistema”. Attraverso la testimonianza di protagonisti, storici e giornalisti si mostrerà come la nascita del personal computer si presenti come il risultato della rivoluzione di quegli anni, come il frutto di un vero e proprio fenomeno sociale.

Larry Tesler, informatico rivoluzionario e personaggio fondamentale per colossi quali Apple, Amazon e Yahoo!, ricorda come “la Silicon Valley fosse animata da uno spirito che spingeva verso l’innovazione, verso l’idea di prendersi un rischio per la possibilità di avere una ricompensa: un compenso che poteva essere finanziario oppure che poteva derivare dal fatto che tantissime persone avrebbero usato un qualcosa che tu hai creato”.

 

Francesco Franchi

(Nella foto, un frame di Silicon Valley: la rivincita dei nerd)