Pubblicato il 25/07/2015, 12:04 | Scritto da Carlo G. Lanzi

“Top Gear” su Sky Uno, come annunciato da Joe Bastianich. Oltre a Guido Meda si cerca ancora il terzo conduttore

“Top Gear” su Sky Uno, come annunciato da Joe Bastianich. Oltre a Guido Meda si cerca ancora il terzo conduttore
Arriva in Italia l’adrenalinico format, il più visto nel mondo, che trasforma il mondo dell’auto in puro intrattenimento. Dopo la “gaffe” su Radio Deejay, arriva la nota ufficiale da Sky.

La notizia l’aveva data involontariamente Joe Bastianich in diretta su Radio Deejay (leggi qui), ma oggi arriva il comunicato ufficiale da Sky Uno: nel 2016 arriverà Top Gear, sulla scia di un successo planetario. Prodotto in Inghilterra dalla BBC, distribuito in 230 Paesi nel mondo e visto da un’audience globale di 350 milioni di spettatori, la versione italiana di sarà realizzata da Toro Media e non tradirà lo stile ironico,  provocatorio, e al tempo stesso credibile, del format internazionale. Alla conduzione, come si sapeva, Guido Meda – a capo della redazione Motori e vice direttore di Sky Sport, ottimo pilota amatoriale di auto e moto – e appunto Joe Bastianich. Il format ha conquistato anche il podio del Guinness World Records come programma factual più visto in assoluto nel mondo, una popolarità che si traduce in un miliardo di visualizzazioni mensili per le clip sul canale ufficiale You Tube.

La versione italiana di Top Gear manterrà tutte le caratteristiche e le della versione originale, che ha visto per 13 anni alla guida Jeremy Clarkson (noto ai più come Jezza), Richard Hammond (Hamster) e James May (Captain Slow). A Meda e Bastianich, quindi, si unirà un terzo conduttore ed è confermata la presenza di The Stig, il test driver dall’identità segreta che come nella versione originale sarà presente in ogni puntata.

 

(Nella foto, da sinistra, Guido Meda e Joe Bastianich)