Martedì, 19 Settembre 2017 20:55
Pubblicato il 12/07/2017, 18:34 | Scritto da Andrea Amato

La7: dopo Ruffini ci prova Andrea Salerno a replicare Rai 3

La7: dopo Ruffini ci prova Andrea Salerno a replicare Rai 3
Presentate le novità della nuova stagione televisiva della generalista al tasto 7 del telecomando. L’impronta del direttore Andrea Salerno già si vede: in arrivo Corrado Guzzanti e Lilli Gruber rinnova per cinque anni.

Su La7 Corrado Guzzanti avrà uno spazio di cinque minuti dopo Otto e mezzo

Ci aveva già provato anni fa Paolo Ruffini a replicare la Rai 3 di Sandro Curzi su La7, con pessimi risultati. Da quel momento il nuovo editore Urbano Cairo aveva puntato tutto sulle news e i dibattiti politici, con alterne fortune. Da un mese, però, alla guida della rete c’è Andrea Salerno, storico autore di Rai 3, che in poche settimane ha già strappato all’amica Daria Bignardi tutta la squadra di Gazebo, ha ingaggiato Nanni Moretti, che presenterà suoi otto film prima della messa in onda, e ha annunciato oggi alla presentazione dei nuovi palinsesti di La7 anche l’arrivo di Corrado Guzzanti.

La serata della rete, quindi, partirà dalle 19.30 alle 20 con un racconto della giornata attraverso i social e i fumetti di Makkox, poi l’inossidabile telegiornale di Enrico Mentana, Otto e mezzo con Lilli Gruber (che ha firmato un nuovo quinquennale con Urbano Cairo) e poi una cartolina di cinque minuti di Guzzanti. Per Diego “Zoro” Bianchi, invece, è prevista una prima serata. Da qualche parte Sandro Curzi starà sorridendo.

«Andrea Salerno sta facendo un bel lavoro, anche se non si mette la camicia e la cravatta. Ma lui è un creativo, può permetterselo. Ha inventato il claim Una certa idea di tv. Mi ha detto che è una citazione di Gobetti. Poi fra un anno vedremo se l’applaudirò ancora», dice Urbano Cairo, che ha annunciato anche i rinnovi di Corrado Formigli per altri tre anni e anche di Gianni Minoli.

Per il resto ben poche novità, a parte la notizia anticipata da TvZoom qualche settimana fa: Christina De Sica è il più papabile per la giuria di Miss Italia. Di Gianluigi Paragone, invece, non si conosce il futuro: «La Gabbia aveva fatto il suo tempo dopo quattro stagioni. Abbiamo chiesto a Paragone di presentarci alcune proposte d’inchieste». Per quanto riguarda il telemercato, invece, Cairo è categorico: «Mai trattato con Massimo Giletti o Fabio Fazio». E quindi, in attesa di vedere la nuova TeleKabul, rimane il mistero sull’offerta fatta a Fazio, che ha messo in allarme la Rai. Misteri della fede, anzi, di Beppe Caschetto.

 

Twitter@AndreaAAmato

 

(Nella foto Urbano Cairo)