Pubblicato il 04/01/2019, 17:03 | Scritto da Gabriele Gambini

Costantino Della Gherardesca: Con Apri e vinci entro nelle case degli italiani. Il personaggio 2018? Ilary Blasi

Costantino Della Gherardesca: Con Apri e vinci entro nelle case degli italiani. Il personaggio 2018? Ilary Blasi
Costantino Della Gherardesca condurrà Apri e Vinci, format prodotto da Rai 2 e Stand By Me, dal 7 gennaio su Rai2 (dal lunedì al sabato alle 16.45 e la domenica alle 20).

Costantino Della Gherardesca: “Ho trovato un’Italia variegata e allegra. Famiglie di cattolici praticanti che sarebbero partite per Lourdes, famiglie di immigrati, coppie gay, studenti”

La nuova Rai2 a trazione Freccero sarebbe stata benedetta in conferenza stampa il giorno dopo, mentre noi chiacchieriamo con Costantino Della Gherardesca. Il conduttore sfodera diplomazia, ma anche la consueta capacità di trascinare l’interlocutore di turno nella tana degli eufemismi depistanti.

Si parla del neo-direttore di rete e dice: «È un uomo molto intelligente, esperto di tv, ha sempre lavorato con grande passione».

Un nuovo format israeliano

Poi è tempo di presentare Apri e Vinci, format israeliano prodotto da Rai 2 e Stand By Me, dal 7 gennaio su Rai2 (dal lunedì al sabato alle 16.45 e la domenica alle 20): «Con questo programma entro nelle case degli italiani facendo loro domande di cultura generale. Ci sono soldi in palio. La gente apre la porta volentieri, se sa che può vincere denaro».

Condurre un game show le mancava.

Mi mancava, ma questo non è un quiz tradizionale. I concorrenti non sono invitati in uno studio dove troverebbero un pubblico e un conduttore a intimidirli. Rimangono nelle loro case, in totale relax, a loro agio. Io li vado a trovare, pongo loro alcune domande, e incomincia il gioco.

Ha girato le famiglie italiane in lungo e in largo, da nord a sud.

Ho trovato un’Italia variegata e allegra, capace di divertirsi. Famiglie di cattolici praticanti che sarebbero partite per Lourdes, famiglie di immigrati, coppie gay, studenti.

A seconda della latitudine l’ospitalità cambiava modalità?

A Napoli sanno essere molto accoglienti, mi offrivano sempre cibo e caffè. Molto di più rispetto a Milano. Ho visitato case eleganti, case con carte da parati minimal e gli angioletti disegnati sopra, studenti che vivono nel caos più totale.

Ha trovato un Paese con persone culturalmente preparate o con analfabeti funzionali che credono di saperla lunga?

Ho trovato di tutto. Dallo studente preparatissimo al concorrente in seria difficoltà davanti a domande banali.

Conduce Apri e Vinci dopo la consueta esperienza di Pechino Express e dopo The Voice.

Pechino Express è casa mia, a The Voice ho fatto il conduttore tout court, ma non era un mio programma, non era qualcosa su cui sentivo un sentimento di appartenenza.

La prossima conduttrice dovrebbe essere Simona Ventura.

Una veterana della tv, professionale e capace.

Ha pensato a che cosa vorrebbe sperimentare professionalmente col 2019?

A un progetto per piattaforme online e nuovi media, che racconti magari il mondo. L’idea c’è. C’è moltissimo da raccontare là fuori.

A proposito di online: lei è piuttosto attivo su Instagram.

Meno di quanto si creda. E poi dovrei fare una chirurgia plastica e tanti, troppi selfie per stare al passo con un certo cattivo gusto che spopola oggi tra i teenager.

I teenager hanno cattivo gusto?

Talvolta. Per capirlo, provate a camminare per strada. Vi sembra di vedere ragazze vestite con abiti sartoriali o con criteri di eleganza? Non troppo spesso. Sui social è uguale (sorride, ndr).

Il personaggio televisivo del 2018?

Ilary Blasi. Ha cominciato che era considerata “la signora Totti”, si è conquistata una fetta di autonomia e visibilità, è padrona degli studi televisivi, ha avuto una grande crescita professionale.

Il capodanno di Costantino Della Gherardesca?

Una fetta di torta, un bicchiere di vino bianco. Non ho più l’età per folleggiare.

Ma come. Dopo la dieta che le ha consentito di perdere oltre 20 chili non è pronto a essere corteggiato?

Per il momento la situazione sentimentale è quella di sempre. Sono single, troppo impegnato col lavoro, con una vita sociale pari a zero. Non ho urgenza spasmodica di trovare un amore. Chissà, forse troverò qualcuno che mi farà compagnia quando a settant’anni guarderò la televisione seduto sul divano.

L’Italia è ancora un Paese omofobo?

Esistono ancora discriminazioni nei confronti dei gay, ma sono stati fatti passi in avanti. Anche la tv ha esercitato un ruolo positivo in questo. Ciò è un bene. Non tutti i gay sono stronzi come me e si sanno difendere.

 

Gabriele Gambini

 

(Nella foto Costantino Della Gherardesca)