Pubblicato il 23/06/2021, 09:46 | Scritto da La Redazione

Palinsesti Rai: l’unica novità sono 2 serate di Alessandro Cattelan

Palinsesti Rai: l’unica novità sono 2 serate di Alessandro Cattelan
La nostra rassegna stampa, con gli estratti degli articoli più interessanti: ancora in onda Clerici, Conti, Fazio, Carlucci e Alberto Angela. Unica novità l’ex conduttore di “X Factor”, ma solo per due serate. Per Sanremo si tratta con Amadeus.

La Rai conferma tutti

Corriere della sera, pagina 38, di Renato Franco.

Filosoficamente l’eterno ritorno dell’uguale (Nietzsche), prosaicamente la solidità dell’usato sicuro (qualunque rivenditore di automobili): la Rai «accende il futuro» (è lo slogan aziendale) senza dimenticare il passato, regola aurea della televisione generalista che è fatta soprattutto di consuetudine e abitudine, ripetizione dei consolante già visto. Così il nuovo palinsesto è affidato ai soliti noti, ai soliti programmi, ai soliti spettatori da tenersi buoni. In prima serata su Rai1 sfilano i volti e i format di Amadeus, Carlo Conti, Milly Carlucci, Alberto Angela, Antonella Clerici (che è anche a mezzogiorno); il quiz è sempre Flavio Insinna; il daytime e affidato a Serena Bortone, Alberto Matano, Mara Venier, Eleonora Daniele.

La novità è Alessandro Cattelan che per due serate (sabato 18 e 25 settembre) prova a vedere se il suo stile «Sky» (oppure «osé» come lo definisce il direttore di Rai1 Stefano Coletta) funziona anche con un pubblico più largo e forse più pigro. Solo due serate per il suo Da grande sulle paturnie dei 40enni: è la Rai che non crede in Cattelan o viceversa? «Nessuna delle due – risponde Coletta -. Il programma è pensato come una miniserie in due puntate». Rimane il fatto che forse ci si attendeva di più, l’impressione del «vediamo come va» rimane…

Festival di Sanremo

L’altra attesa è per il Festival di Sanremo (il nome sempre buono potrebbe essere quello di Amadeus, «stiamo dialogando») dove non ci sono ancora certezze: «Non abbiamo definito direzione artistica e conduzione né per il Festival né per l’Eurovision, anche se vista la vicinanza dei due appuntamenti pensiamo a due profili diversi» (sempre Coletta). Intanto Amadeus condurrà anche il nuovo format in due puntate Arena 60-70-80 (dedicato alla musica di quelli anni) e Soliti ignoti lascerà (a gennaio) lo spazio in access prime time ad Affari tuoi family, versione per nuclei familiari.

Rai2 è da tempo alla ricerca di un’identità (e di conseguenza ascolti) ormai persa. E non è semplice risalire con cinque serate su sette dedicate alla serialità americana, al cinema e alla fiction italiana (che ha i titoli migliori con L’ispettore Coliandro, Volevo fare la rockstar, Mare fuori). Finalmente liberato dalle (poche) dirette della Serie A ormai spalmata su giorni, orari e piattaforme diverse, Quelli che (sempre con Luca, Paolo e Mia Ceran) approda in prima serata (il lunedì): una scommessa che ha senso provare anche nel giorno delle fiction (Rai) e dei reality (Mediaset).

I talent

Le coppie inedite sono due: Paola Perego e Simona Ventura (Tutto fa domenica), Anna Falchi e Salvo Sottile (I Fatti Vostri). Se errare è umano invece perseverare è Pino Insegno che reduce dal dimenticato Voice Anatomy torna con un nuovo programma, un gioco sulle «escape room»… Rai3 ha da tempo le idee chiare. I nomi solidi sono quelli di sempre: l’intrattenimento alto-basso di Fazio, le inchieste di Ranucci e lacona, il talk di Blanca Berlinguer, gli scomparsi di Federica Sciarelli, le parole di Gramellini, gli ex detenuti di Franca Leosini. E a dimostrazione che si possono ancora trovare idee intelligenti e programmi originali tornano Geppi Cucciari e il suo Che Succ3de? e Stefano Bollani e Valentina Cenni con Via dei Matti Numero 0. Ci riprova Fiorella Mannoia: dopo Rai1 (non andò benissimo), si colloca da fine ottobre nella seconda serata di Rai3 con una striscia settimanale (lunedì, giovedì e venerdì) «per fare in modo originale e leggero la sintesi della giornata» (La Versione di Fiorella).

La cassaforte degli ascolti (ma anche del budget, è la direzione con più risorse) è nella fiction che alterna titoli nuovi e sequel. Il palinsesto prevede Carla (con Alessandra Mastronardi nelle punte di Carla Fracci), la seconda stagione di Mina Settembre (con Serena Rossi), di Doc (con Argentero) e di Màkari (con Claudio Gioé), la terza dei Bastardi di Pizzofalcone (con Gassmann).
(Continua su Corriere della sera)

 

(Nella foto Alessandro Cattelan)