Pubblicato il 17/06/2021, 11:35 | Scritto da Andrea Amato
Argomenti: , ,

Ecco perché forse non riuscirò a guardare la serie tv su Alfredino Rampi

Ecco perché forse non riuscirò a guardare la serie tv su Alfredino Rampi
Quarant’anni fa la vicenda di Vermicino sconvolse la mia infanzia. Ancora oggi ricordare quelle interminabili maratone televisive mi fa riaffiorare tanta angoscia. Ma un bel podcast sulla sicurezza per bambini e una fiction di Sky Original, forse, riusciranno a risolvere quello shock infantile.

Alfredino – Una storia italiana il 21 e 28 giugno su Sky

La tragedia di Alfredino Rampi, il bambino di Vermicino caduto in un pozzo artesiano il 10 giugno 1981, per quelli della mia generazione è stato un vero shock emotivo. All’epoca avevo 6 anni e la vicenda mi impressionò tantissimo, tanto che per anni evitai di passare sopra i tombini di Milano. Per noi bambini figli degli anni Settanta, la televisione fino a quel momento era stata esclusivamente dedicata a qualche cartone animato, alle partite di calcio e ai varietà che i “grandi” guardavano quando noi “piccoli” andavamo a letto. In quei giorni di giugno, invece, la tv ci mise per la prima volta davanti agli occhi la tragedia umana, la sofferenza di una madre, la voce di un nostro coetaneo che implorava aiuto dal centro della terra.

Nell’ingenuità di bambino, ricordo che all’arrivo del presidente Sandro Pertini pensai che tutto si sarebbe risolto, che finalmente quell’angoscia, che provai per la prima volta in maniera così pervasiva, sarebbe svanita grazie all’intervento del supereroe partigiano. Purtroppo, non fu così. Nelle settimane successive, in vacanza, lessi avidamente i giornali popolari trovati nella casa al mare di mia nonna, Gente e Oggi, che ovviamente dedicarono pagine e pagine alla vicenda. Quelle fotografie stratificarono ancora di più il dolore e il senso di oppressione. Sono passati 40 anni, ma appena i media hanno iniziato a ricordare il triste anniversario, tutta quell’angoscia è riaffiorata prepotentemente.

La serie tv e il podcast

Le fiabe prudenti

“Le fiabe prudenti dedicate” ad Alfredino Rampi

Oltre a TvZoom, oggi dirigo anche una radio, Rds Next, fatta esclusivamente da giovani influencer e webstar: lo speaker più piccolo ha 16 anni, il più grande 27. Ho raccontato loro la vicenda del piccolo Alfredino, perché nelle nuove generazioni si è completamente persa memoria del fatto, e mentre spiegavo anche l’importanza mediatica che ebbero quelle interminabili maratone televisive, mi accorsi che avevo la pelle d’oca e un forte senso di disagio.

Il 21 e 28 giugno Sky manderà in onda la mini-serie tv basata sulla vicenda di Vermicino, Alfredino – Una storia italiana, e ancora oggi sono molto combattuto se guardarla o no. Nel frattempo, però, c’è un’altra bella iniziativa: Le fiabe prudenti, ovvero un ciclo di sette storie sulla sicurezza per bambini, disponibili in podcast su Spotify, dedicate ad Alfredino Rampi e ispirate alle attività di formazione e prevenzione svolte dal Centro Rampi nelle scuole. Le storie sono scritte dalla brava psicoterapeuta Stefania Andreoli e raccontate dall’eccezionale attrice Anna Foglietta, che interpreta Franca Rampi (mamma di Alfredino) nella serie Sky Original. Con 40 anni di ritardo, forse, potrò finalmente placare le mie paure di bambino.

 

@AndreaAAmato

 

(Nella foto Alfredino Rampi)