Pubblicato il 10/06/2021, 11:32 | Scritto da La Redazione
Argomenti: , , ,

Sky offre mezzo miliardo a Dazn per riavere tutta la Serie A

Sky offre mezzo miliardo a Dazn per riavere tutta la Serie A
La nostra rassegna stampa, con gli estratti degli articoli più interessanti: vuole rompere l’esclusiva di Tim, che ha pagato 350 milioni per averla. E ora che cosa decideranno i vertici della piattaforma che già sono accusati da Vodafone di aver rotto gli accordi?

Serie A, Sky gioca il jolly: offerto a Dazn mezzo miliardo

Il Sole 24 Ore, pagina 22, di Andrea Biondi.

Sky cala l’asso con una mossa a sorpresa sulla Serie A che sa, ovviamente, tanto di sfida a Dazn e alla partnership esclusiva siglata dalla piattaforma Ott con Tim. Come anticipato ieri sul sito web del Sole 24 Ore, la media company di casa Comcast ha inviato una lettera a Dazn con un’offerta per rendere disponibile la sua app su Sky Q e tramite un canale lineare via satellite. E si tratta di un’offerta generosa – mezzo miliardo all’anno – oltre che sfidante, anche perché non in esclusiva. Insomma Sky, per portarsi a casa la dote di 7 partite alla settimana che Dazn ha in esclusiva per il prossimo triennio, ha messo sul tavolo una fiche da 500 milioni all’anno che, a conti fatti, rappresenta proprio la cifra che Dazn pagherà “di tasca sua” per i diritti della Serie A. Infatti, complessivamente l’esborso, a vantaggio dei club di Serie A, sarà di 840 milioni all’anno, dei quali però 340 in carico a Tim che con la piattaforma Ott che fa capo ad Access Industries ha stretto una partnership esclusiva.

Quella di Sky – che dal canto suo si è aggiudicata 3 partite alla settimana in co-esclusiva con Dazn – è nei fatti una mossa del cavallo, per cambiare il verso della partita. Nel merito, dal punto di vista dei fondamentali economici è difficile non pensare a una Dazn quantomeno tentata dall’accettare mezzo miliardo di euro che, uniti ai 340 milioni di Tim, significherebbero per la piattaforma sostanzialmente azzerare il costo dei diritti Tv. Il problema, però, a questo punto starebbe nell’esclusiva con Tim. Almeno per come la si conosce dalle poche dichiarazioni ufficiali disponibili. Fra queste ce n’è una del ceo Tim, Luigi Gubitosi, detta in occasione dell’ultima presentazione della trimestrale: «L’accordo è coperto da Nda, una clausola di riservatezza, ma possiamo dire che è simile a quello con Disney. Quindi siamo l’unica telco che può distribuire gli abbonamenti». Il che vorrebbe dire che, come accaduto in un primo tempo per Disney+, l’unico decoder abilitato a “contenere” la app Dazn sarebbe il Timbox di Timvision. Niente Sky Q e Vodafone Tv.
(Continua su Il Sole 24 Ore)