Pubblicato il 03/05/2021, 16:55 | Scritto da Emanuele Bruno

Ascolti Tv 2 maggio: Boni vince ma rimane lontano dalle medie Rai. Fazio e Giletti (Santoro in tour su La7) stabili. Tv8 vola con F1 e MotoGp in day time

Ascolti Tv 2 maggio: Boni vince ma rimane lontano dalle medie Rai. Fazio e Giletti (Santoro in tour su La7) stabili. Tv8 vola con F1 e MotoGp in day time
Guadagna un po’ di pubblico con una puntata piena di svolte drammatiche La Compagnia del cigno, ma rimane sotto il livello di guardia. Tenuta complessiva di Fazio e Giletti, nella domenica che al pomeriggio ha assegnato lo scudetto all’Inter e proposto anche MotoGp e F1.

Ascolti Tv calcio: lo scudetto dell’Inter, ma anche i Motori influenzano il pomeriggio generalista

Lo scudetto dell’Inter, la vittoria della Ducati in MotoGp, la solita Mercedes in Formula 1. Lo sport ha caratterizzato l’offerta tv di domenica 2 maggio. Ieri – poi, alla sera – la nuova puntata di La compagnia del cigno2 con Alessio Boni, Anna Valle e tanti giovani talenti e con Ornella Vanoni guest star, è arrivata a 3,553 milioni di spettatori con il 15,5% mostrandosi in progresso, sia pure contenuto (3,390 milioni di spettatori con il 14,7% sette giorni prima). Ma è bastato a superare il bilancio di Avanti un altro pure di sera, con Paolo Bonolis calato a 3,054milioni ed il 14% (a quota 3,152 milioni e 14,2% sette giorni prima). A mischiare le carte, i target e i flussi, non è stato il calcio, che ha avuto un impatto molto moderato. Su Sky la vittoria due a zero della Sampdoria sulla Roma ha avuto ‘solo’ 674mila spettatori circa ed il 2,7% di share. Ma torniamo alla prima serata. Con il calcio meno aggressivo sono stati comunque in linea con le prestazioni precedenti i talk di Fabio Fazio e Massimo Giletti.

Su Rai3 Che tempo che fa avendo tra gli ospiti, nell’arco di tutta la serata, Benjamìn Labatut, Roberto Saviano, Sigfrido Ranucci, Vittorio Colao, Andriy Shevchenko, Claudio Regeni e Paola Deffendi, Alberto Mantovani, Roberto Burioni, con la finestra comica di Luciana Littizzetto, ha raccolto 2,583 milioni di spettatori ed il 10,25% (2,679 milioni di spettatori e 10,3% sette giorni prima). E quindi col tavolo il programma ha avuto 1,582milioni e 7,42% (1,789 milioni e 8,1% di share sette giorni prima). L’anteprima – dalle 20.00 – ha avuto 1,455 milioni e il 6,42% (1,690 milioni ed il 7,3% sette giorni prima). Su La7 Non è l’Arena, ha parlato di mafia con Michele Santoro, di economia in era pandemica, del video di Beppe Grillo e della storia del figlio Ciro, ma anche di vaccini e sanità calabrese (schierando tra gli ospiti Michele Santoro, Vittorio Sgarbi, Sandra Amurri, Luca Telese, Stefania Andreoli, Eva Dal Canto, Luigi De Magistris, Pierpaolo Sileri, Nicola Morra e Lino Polimeni, Vauro, Alessandro Cecchi Paone, Andrea Romano e Daniela Santanchè).

Il programma condotto da Massimo Giletti ha avuto nella presentazione 1,369 milioni ed il 5,6%, nella prima parte 1,572 milioni di spettatori ed il 6,4% e poi 1,2 milioni di spettatori e 9,44% nella seconda parte (sette giorni prima 1,383 milioni ed il 5,5%, nella prima parte 1,717 milioni di spettatori ed il 6,8% e poi 1,445 milioni di spettatori e 10,8% nella seconda parte).

Una partita a parte l’hanno fatta telefilm e film. Su Italia1 It ha avuto solo 894mila spettatori con il 4,1% di share, facendo meno dei telefilm di Rai2 (The Rookie a 1,2 milioni e 4,7% e Bull a 1,2 milioni e 4,84%). Mentre è andata meglio Rete4 con il titolo cult (Le ali della libertà a 1,021 milioni di spettatori con il 5,2% di share). Il capitolo sport in chiaro e a pagamento in day time In una domenica ricca di sport e che ha sancito lo scudetto dell’Inter, alle 15.00 Napoli-Cagliari ha avuto 463 mila spettatori medi, con il 3,1% di share. Allo stesso orario, decisiva per l’assegnazione del titolo, Sassuolo-Atalanta ha riscosso 298 mila spettatori medi, con il 2% di share, mentre Diretta Gol 274 mila spettatori medi, con l’1,8% di share. In pratica, alle 15.00 la pay ha avuto col calcio di Serie A ben 1 milione 36 mila spettatori medi, con il 6,9% di share. Alle 18.00 hanno però fatto meglio i campioni uscenti: Udinese-Juventus ha conseguito 1 milione 241 mila spettatori medi, con il 7,2% di share. In tema rubriche, Sky Calcio Show alle 17.00 ha ottenuto 523 mila spettatori medi, con il 3,6% di share, e alle 20.00 ha ottenuto 555 mila spettatori medi, con il 2,4% di share.  La prima parte di Sky Calcio Club (dalle 22.40 alle 23.35) ha ottenuto 411 mila spettatori medi, con il 2,1% di share, mentre la seconda parte (dalle 23.35 alle 00.10) ha ottenuto 304 mila spettatori medi, con il 2,3% di share.

Ma vediamo le performance dei Motori. F1 in differita e MotoGp live volano su Tv8. Su Sky il GP del Portogallo vinto da Lewis Hamilton alle ore 16.00 ha avuto 1 milione 85 mila spettatori medi, con il 7,5% di share; in differita su Tv8 la Formula 1 ha conseguito 1 milione 419 mila spettatori medi, con l’8,6% di share. In tema Motomondiale, la MotoGP con il GP di Spagna alle ore 14.00 live su Sky ha totalizzato 814 mila spettatori medi, con il 4,8% di share e su Tv8 ha avuto 1 milione 793 mila spettatori medi, con il 10,6% di share.

Le altre partite di giornata

In access. Su Rai1 Soliti Ignoti – Il Ritorno 4,994 milioni di spettatori pari al 20,1%. Su Canale5 Paperissima Sprint 3,142 milioni di spettatori con il 12,7%. Al pomeriggio su Rai1 Domenica In al 17,94% nella prima parte e al 17% nella seconda; Da noi A Ruota Libera 12,75%. Su Canale5 Domenica Live 11,7%, 12,9%, 11,84%.  Su Rai2 Quelli che Aspettano 5,6% e Quelli che il Calcio 4%. Su Rai3 per Mezz’ora in Più 6,3% e 5,1%. Per Kilimangiaro 5,5%. In seconda serata. Su Rai 1 Speciale Tg1 5,33%. Su Canale 5 Tg5 Notte 9,45% di share. Su Rai2 La Domenica Sportiva 6,33%. Su Italia1 Pressing Serie A 6,83%. Le news delle 20.00. Tg1 a 5,288 milioni e 23,64%; Tg5 a 4,087 milioni e 18%. TgLa7 a 951mila e 4,2%. Alle 13.30 Tg1 a 4,767 milioni e 27,62%.

 

Emanuele Bruno

 

(Un momento di Non è L’Arena)