Pubblicato il 26/04/2021, 11:32 | Scritto da Andrea Amato

Paola Severini Melograni, la donna che piace a tutti per la nuova Rai

Paola Severini Melograni, la donna che piace a tutti per la nuova Rai
Con una maggioranza di Governo così eterogenea è difficile trovare i nomi della nuova governance di viale Mazzini che possano mettere tutti d’accordo. Lei, forse, per la Presidenza è l’unica che piace.

Paola Severini Melograni è giornalista, scrittrice e conduttrice radio e tv

Tra poco scade il Consiglio d’amministrazione Rai e il Governo delle larghissime intese che sostiene Mario Draghi deve trovare i nomi papabili per il ruolo di Presidente e di Amministratore delegato. Se per il secondo è probabile una scelta interna o una figura tecnica, per il primo il Premier vorrebbe un nome autorevole che dia lustro al Cda della tv di Stato. Complicato, però, mettere d’accordo Pd, 5 Stelle, Lega e Forza Italia. Ogni partito vorrebbe assicurarsi la governance di viale Mazzini, in previsione delle prossime elezioni, dove avere il controllo della Rai sarebbe un vantaggio non indifferente. Sembra però impossibile che prevalga uno rispetto a un altro. E così dovrebbe passare la linea di Draghi, per mettere tutti d’accordo.

Ma esiste in Italia una persona che possa placare gli appetiti della Politica? Forse sì ed è una donna: Paola Severini Melograni. Giornalista, scrittrice, conduttrice di programmi radio e tv, ma soprattutto considerata la “regina del terzo settore”. E chi avrebbe il coraggio di non ritenere “degna” una donna che ha dedicato tutta la sua vita al sociale, all’inclusione e ai diritti dei disabili?

Piace a tutti

Tant’è che Paola Severini Melograni piace a Giancarlo Giorgetti, la voce rassicurante della Lega, come a Beppe Grillo, deus ex machina del Movimento 5 Stelle, ma soprattutto la signora ha buone entrature in Vaticano e quindi difficile che il dem Enrico Letta si opponga. La Severini Melograni conduce su Rai2 il programma O anche no, dedicato all’inclusione e alla solidarietà, realizzato in stretta collaborazione con Rai per il sociale e quindi, di fatto, si tratta di un’interna a viale Mazzini. Altro punto a suo favore rispetto alle candidature forti di Ferruccio De Bortoli, ex direttore del Corriere della sera e de Il Sole 24 Ore, o di Alberto Quadrio Curzio, professore all’Università Cattolica di Milano e Presidente emerito dell’Accademia dei Lincei.

Insomma, Paola Severini Melograni sarebbe la scelta migliore per il vertice della Rai, che metterebbe d’accordo tutti o quasi. E comunque sarebbe molto difficile essere più divisiva dell’uscente Marcello Foa.

 

@AndreaAAmato

 

(Nella foto Paola Severini Melograni)