Pubblicato il 21/04/2021, 17:34 | Scritto da La Redazione

La partita del cuore trasloca su Canale5

La partita del cuore trasloca su Canale5
La nostra rassegna stampa, con gli estratti degli articoli più interessanti: primo match lontano dalla Rai il 25 maggio. La nazionale cantanti giocherà contro i campioni della ricerca. Sarà l’occasione per celebrare i 30 anni dell’iniziativa benefica.

La Nazionale cantanti trasloca su Canale5. Bonolis, scommessa vinta

ItaliaOggi, pagina 21, di Giorgio Ponziano.

Giancarlo Scheri, direttore di Canale5: «Sono felice di dare il benvenuto agli amici della Nazionale italiana cantanti. La Partita del Cuore sarà una grande serata di sport, divertimento e soprattutto di solidarietà». Il calcio, ai livelli top, è terremotato dallo scontro tra la neo European Super League e l’Uefa, con ricadute di non poco conto anche sui diritti televisivi, ma non mancano le sorprese pure a livelli assai meno blasonati. La prima è il trasloco della Nazionale cantanti da Rai1 a Canale5. Il 25 maggio la prima partita (contro i Campioni della ricerca) sulla nuova rete. Dice Enrico Ruggeri, presidente della Nazionale: «Inizia una nuova avventura, la Partita del Cuore sbarca su Mediaset per l’edizione che celebra i 30 anni del più grande e longevo evento di solidarietà. La Nazionale italiana cantanti, da sempre vicina ai più deboli, sta per vivere un nuovo capitolo».

La seconda sorpresa è il trasferimento di Quelli che il calcio… dalla domenica pomeriggio al lunedì sera su Rai2. Poiché la Rai non può dare in anteprima i goal, il programma punterà sui commenti e gli approfondimenti del giorno dopo, con più ampio spazio allo spettacolo. Confermati alla conduzione Mia Ceran, Luca e Paolo.

Avanti un altro! Pure di sera

Paolo Bonolis è tornato con Avanti un altro! Pure di sera (Canale5) ed è riuscito nel difficile compito di pareggiare i conti con la fiction di Rai1 (La compagnia del Cigno) che sembrava invincibile. Come premio ci sarà una nuova serie del programma: «Abbiamo vinto la scommessa, è successo. Ora ci saranno nove puntate e probabilmente ce ne saranno altre 5 o 6 dopo l’estate. Però poi mi auguro che se debba esserci una prima serata ci sia una vera prima serata più che un preserale addobbato».

Fabrizio Salini, a.d. Rai, ha convocato per il 23 e il 29 aprile il consiglio d’amministrazione dell’azienda. All’ordine del giorno l’approvazione del bilancio e il caso dei diritti de La storia siamo noi, il programma di Giovanni Minoli che si sta rivelando una tempesta in un bicchiere d’acqua poiché la Rai ne detiene sostanzialmente i diritti. Nei corridoi si parlerà anche degli assetti di vertice, che dovranno cambiare a breve. Il tandem che sembrava delinearsi, Eleonora Andreatta a.d. e Ferruccio De Bortoli presidente, potrebbe trovare un ostacolo nella decisione del segretario Pd, Enrico Letta, di nominare l’altro figlio di Beniamino Andreatta, Filippo, suo consigliere economico. Troppo, anche per una famiglia blasonata?

 

(Nella foto la Nazionale cantanti)