Pubblicato il 04/03/2021, 09:25 | Scritto da Tiziana Leone
Argomenti: , ,

Sanremo: Fiorello e Amadeus ammettono la fatica per un Festival blindato

Sanremo: Fiorello e Amadeus ammettono la fatica per un Festival blindato
La nostra rassegna stampa, con gli estratti degli articoli più interessanti: dopo due serate i conduttori e il direttore di Rai1 parlano dell’anomalia di uno show a porte chiuse, che il pubblico sembra non apprezzare.

Fiorello pensa alla figlia e si commuove «Ragazzi chiusi in casa da mattina a sera»

Il Secolo XIX, pagina 34, di Tiziana Leone.

«Vi assicuro che quei tre minuti iniziali, con le poltroncine vuote, senza nessuno di fronte che ti possa dare un po’ di calore, un sussurro, un applauso, è un impatto che non auguro a nessun conduttore». È in questa frase che Amadeus racchiude mesi di polemiche, figuranti, navi e Franceschini, con i dati Auditel a ricordargli che l’Italia fuori da Sanremo non l’ha seguito compatta nel suo personale «Whatever it Takes». La prima serata del Festival ha ottenuto 8 milioni 363 mila spettatori, con il 46,6%, lasciando per strada cinque punti di share rispetto a quel trionfale 52,2% con 10 milioni 58 mila spettatori dello scorso anno.

«La prima serata di quest’anno non è confrontabile con quella dello scorso anno» spiega il direttore di Rai1, Stefano Coletta «Lo scorso anno il Festival è andato in onda a febbraio, un mese di differenza determina una platea inferiore». Ma non sono quel milione e 300 mila persone in meno davanti alla tv a grattare l’apparente tranquillità degli Amarello, tornati improvvisamente alla realtà dell’uno vale uno, Amadeus e Fiorello. «Per mesi è stato il Festival della rinascita, purtroppo oggi non è così, siamo in una situazione di lotta» confessa il conduttore «In teatro guardo nel vuoto, come se cercassi il pubblico, che per me è fondamentale, devo sempre stare sempre caricato a pallettoni. Ibra a un certo punto mi ha chiesto: “Tu non sei stanco?”. Gli ho risposto di no, perché sono quello che deve tenere alto il morale alla truppa. “Ma tu bevi prima di cominciare? “mi ha ribadito. Il silenzio è vuoto, mentre con il pubblico è un sorriso, un brusio che riempie».

Carrello dei fiori e palloncini

Il carrello per consegnare i fiori va bene una, due, ma alla terza volta non è nemmeno più una gag. Va bene anche mettere palloncini colorati al posto del pubblico, ma che almeno si lasci ad Amadeus e Fiorello il diritto di abbracciarsi. «Se anche noi due dobbiamo stare distanziati diventa veramente dura», commenta Amadeus entrato in questo festival Papa e già pronto a uscire cardinale, nonostante un segno della croce iniziale, che ha scatenato qualche risentimento nei cattolici ferventi.

E mentre fuori il Covid cancella ai giovani il loro diritto all’adolescenza, il Festival li convoca su Rai1: il campione di ragazze tra i 15-24 anni è stato del 71%. Ma non basta a Fiorello, prima che showman padre di un’adolescente. «Mi viene il groppo in gola, perché è l’età in cui si inizia a vivere» ammette Fiorello.

 

(Nella foto Fiorello)