Pubblicato il 09/02/2021, 19:02 | Scritto da La Redazione

Grande Fratello Vip: bestemmie, sessismo, razzismo e querele. Il top del trash

Grande Fratello Vip: bestemmie, sessismo, razzismo e querele. Il top del trash
La nostra rassegna stampa, con gli estratti degli articoli più interessanti: è l’edizione più lunga del reality show e probabilmente anche quella dove il peggio dell’essere umano è venuto a galla. Anzi, a favore di telecamera.

Cinque mesi di confusione

Libero, pagina 20, di Francesca D’Angelo.

Capiamo tutto: il trash fa parte del gioco, i reality «sono questa roba qui», «the show must go on», l’indiscutibile «se non ti piace, cambia canale» e l’evergreen «però fa un sacco di ascolti». Tutto giusto e legittimo. C’è però un momento in cui se «quella roba lì» valica certi confini, allora bisogna fermarsi, quantomeno a riflettere. E non solo dovremmo farlo noi che scriviamo di reality, o tu lettore che li guardi (sì, li guardi, altrimenti non si spiegherebbe la buona tenuta in ascolti del Grande Fratello Vip), ma pure chi li scrive, li produce e li trasmette dovrebbero lasciarsi interpellare dalla propria coscienza.

Invece, a quanto pare, tutto fila via come se niente fosse, visto che il GF Vip è confermato almeno fino a marzo. Eppure, di cose (sbagliate) ne sono successe dentro a quelle mura. Proviamo a riassumere il meglio del peggio, per dare un’idea a quei pochi che ignorano come trascorrano le proprie giornate i vipponi.

Di tutto un po’

Risposta veloce: le corna e gli amorazzi sono l’ultimo dei loro problemi. Basti pensare che ormai lo sport preferito sui social è tenere la conta delle frasi razziste/sessiste e delle bestemmie pronunciate dai concorrenti. Già. A questo giro ne abbiamo sentite parecchie, persino da persone insospettabili come Stefano Bettarini: il nostro ha partecipato quasi a più reality che partite, dovrebbe sapere bene come funzionano, eppure si è visto eliminare proprio in seguito a una bestemmia Più recentemente anche il fidanzato di Carlotta Dell’Isola ha sfiorato l’imprecazione religiosa: era entrato temporaneamente nella casa per chiedere la sua bella in sposa, ma poi si è emozionato snocciolando un «orco eccetera» che di romantico aveva ben poco. Piccola parentesi per dovere di cronaca: ora Bettarini è ai ferri corti con Mediaset, sostiene di essere un epurato (sapeva cose che voi umani…) e l’una e l’altra parte minacciano denunce o querele. Insomma, un macello.

Di certo vedrà parecchi giudici Alda D’Eusanio. La conduttrice è stata silurata su due piedi, dopo una settimana scarsa di permanenza, per aver sostenuto che il marito di Laura Pausini picchiasse la cantante. L’espulsione è sacrosanta così come la dissociazione di Mediaset, della casa di produzione Endemol Shine Italy e di tutto il cucuzzaro. Resta però una grande domanda in sospeso: chi ha scelto come concorrente la D’Eusanio? Possibile che nemmeno lo psicologo presente ai casting fiutasse il pericolo? Ah, ma mica è finita qui.

La legge della diretta

Tra i momenti più bassi ai quali abbiamo assistito c’è stata anche la morte in diretta: il fratello minore di Dayane Mello è morto alcuni giorni fa in seguito a un incidente stradale. Non è colpa di nessuno, ovviamente: è successo, punto. Però si poteva gestire meglio sia la comunicazione della notizia a Dayane sia tutto quello che è successo dopo. Non potendo rientrare in Brasile, dove vive la sua famiglia, Dayane è infatti tornata in Casa e qui si è svolta una sorta di omaggio funebre: i concorrenti hanno costruito una lanterna di carta a forma di cuore, per poi farla volare in cielo.

 

(Nella foto il Grande Fratello Vip)