Pubblicato il 09/02/2021, 14:03 | Scritto da La Redazione
Argomenti: , , ,

Dazn sembra in vantaggio su Sky per i diritti della Serie A

Dazn sembra in vantaggio su Sky per i diritti della Serie A
La nostra rassegna stampa, con gli estratti degli articoli più interessanti: l’11 febbraio la Lega Calcio deciderà sull’assegnazione dei diritti del prossimo triennio. Per ora il player spagnolo è davanti alla pay tv con la sua offerta.

Serie A al bivio fra Dazn e Sky

MF – MilanoFinanza, pagina 15, di Francesco Bertolino.

La Serie A è al bivio fra Dazn e Sky. Ieri l’assemblea di Lega ha rinviato a dopodomani la decisione sull’assegnazione dei diritti televisivi per il triennio 2021-2024. I club sono soddisfatti per l’esito delle trattative condotte dall’ad Luigi De Siervo e dal comitato negoziale, ma sulla scelta finale l’orientamento non è ancora unanime. Dazn offre 840 milioni di euro a stagione per sette partite in esclusiva e tre in condivisione con Sky che per questo pacchetto mette sul piatto 70 milioni. Alla somma si aggiungerebbero altri circa 55 milioni per gli archivi e bonus legati a determinate soglie di abbonati: 50 milioni oltre i 2,5 milioni di sottoscrittori, 100 milioni oltre i 3,5 milioni e 150 milioni oltre i 4,5 milioni. Si arriverebbe così a una cifra vicina se non superiore ai 973 milioni ottenuti dalla Serie A nel triennio precedente, un risultato insperato nella crisi pandemica.

Considerato il divieto di esclusiva sul web, Sky si è invece fermata a 750 milioni per tutte le partite via satellite, aggiungendo 70 milioni in caso di creazione di un canale di Lega da distribuire online e proponendosi come partner per la sua realizzazione. Rimarcando l’aspetto economico, alcuni presidenti propendono per Dazn che potrebbe poi in parte rientrare dell’investimento con contratti di sublicenza con operatori della comunicazione e/o delle telecomunicazioni. Altri presidenti sarebbero invece disposti a sacrificare in media circa 8 milioni a club a stagione pur di rimanere con Sky, sottolineando la scarsa diffusione delle connessioni veloci a internet in Italia, l’affidabilità dimostrata negli anni dalla pay-tv e la possibilità di sperimentare il canale della Serie A.

Il canale della Lega Calcio

Quella del canale di Lega, d’altronde, è l’opzione contemplata nel piano elaborato da Cvc, Advent e Fsi in vista del loro possibile ingresso nella media company della Serie A. La Lega avrebbe dovuto pronunciarsi sulla bozza di accordo proprio giovedì, ma il voto è stato nuovamente rinviato a una data successiva all’assegnazione dei diritti tv. L’affare con i fondi pare in realtà vicino a sfumare. Il consorzio e stizzito per l’estenuante negoziato, mentre un numero crescente di club è perplesso sul merito dell’intesa e convinto dopo il buon rinnovo con Dazn e/o Sky di poter accedere al meno oneroso credito bancario per tamponare urgenti problemi di cassa.