Pubblicato il 30/12/2020, 11:35 | Scritto da La Redazione

Amadeus: Ibrahimovic presenterà il Festival, ma non salterà il campionato

Amadeus: Ibrahimovic presenterà il Festival, ma non salterà il campionato
La nostra rassegna stampa, con gli estratti degli articoli più interessanti: insieme al calciatore rossonero anche Achille Lauro ed Elodie per una sera. Il conduttore ha anche confermato l’ipotesi della nave da crociera.

Amadeus conferma nave e star all’Ariston Elodie, Ibra e Lauro

Il Messaggero, pagina 29, di Mattia Marzi.

Mentre si prepara a prendere per mano i telespettatori e ad accompagnarli verso il 2021 con L’anno che verrà, la maratona di Rai1 del 31 dicembre per festeggiare l’arrivo del nuovo anno in diretta dagli studi Fabrizio Frizzi di Roma (con lui ci sarà Gianni Morandi, nel cast ospiti per tutti i gusti, da Piero Pelù alle mascotte animata dei 44 gatti, passando per Gaia, Rita Pavone e i Boomdabash), Amadeus è già proiettato a Sanremo. Prova a saziare la fame di notizie sul Festival, in programma nella prima settimana di marzo (dal 2 al 6), ma che sembra camminare sul filo dell’incertezza, confermando la presenza al suo fianco di Ibrahimovic per le cinque serate della kermesse («Non salterà neppure una partita del Milan», dice), di Achille Lauro («Sta preparando cinque esibizioni che sono quadri meravigliosi») e quella di Elodie (solo per una sera).

L’accordo

E sull’accordo tra Rai e Costa Crociere per permettere lo svolgimento della manifestazione con la presenza del pubblico in sala, parla come se tutto fosse stato già firmato: «Fare il Festival senza pubblico sarebbe come fare un Festival in lockdown, una sconfitta: non pub accadere. Sanremo è un grande evento che gli italiani aspettano. Questa è un’idea bellissima. Mette in sicurezza le 500 persone che saranno al Teatro Ariston, che dobbiamo ancora individuare». Quella che fino a pochi giorni fa sembrava solo una bizzarra ipotesi, una grande nave (la Smeralda, lunga 337 metri) della nota compagnia ancorata al largo del porto di Sanremo e trasformata in una bolla per ospitare in quarantena, previo tampone, il pubblico del Festival, sembra essere realtà.

Le decisioni operative definitive sulle modalità di svolgimento della kermesse, si ostinano a ripetere il conduttore e il direttore di Rai1 Stefano Coletta, saranno prese solo a metà gennaio. Ma tutto lascia pensare che alla fine la nave andrà in porto, nonostante le polemiche politiche, sollevate dal segretario della commissione di Vigilanza Rai Michele Anzaldi sui social e poi condivise da alcuni parlamentari della Lega, che hanno chiesto delucidazioni sul costo dell’operazione. Dietro la quale ci sarebbe un importante accordo di sponsorizzazione con lo zampino del presidente uscente di Rai Pubblicità Antonio Marano, abilissimo a chiudere trattative del genere (un ultimo colpaccio prima di lasciare il 31 la poltrona per andare a ricoprire un ruolo di primo piano nella fondazione Milano-Cortina per le Olimpiadi 2026): «Mi piacciono le idee belle, importanti e innovative. Gli sponsor hanno tutti dato con entusiasmo la propria adesione al progetto: sarà un Festival storico», ha sottolineato Amadeus.

 

(Nella foto Zlatan Ibrahimovic)