Pubblicato il 11/12/2020, 11:35 | Scritto da Andrea Amato

L’atto di coraggio di Alessandro Cattelan

L’atto di coraggio di Alessandro Cattelan
Il conduttore ieri sera ha annunciato, con gli occhi ludici, il suo addio a “X Factor” dopo 10 edizioni. Quale sarà ora il suo futuro?

Alessandro Cattelan ha condotto X Factor dal 2011 al 2020

«Questa è stata la mia ultima puntata», così Alessandro Cattelan ha scosso la platea (solo) televisiva di X Factor ieri sera, pochi minuti prima dell’elezione del vincitore (per la cronaca ha vinto Casadilego della squadra di Hell Raton). Cannibalizzando, di fatto, tutto il resto. Dopo dieci edizioni il conduttore lascia il programma che l’ha reso celebre in età adulta, dopo la giovinezza spesa a fare il veejay. A 30 anni la sua carriera fuori da Mtv, come quella di molti suoi colleghi, sembrava finita e invece con X Factor prima e con il suo late show, EPCC, dopo è diventato il conduttore della nostra tv del prossimo futuro. Ha 40 anni, ma per gli standard italiani è ancora un enfant prodige.

Qualche settimana fa, in occasione della sostituzione di Daniela Collu causa Covid-19, noi di TvZoom avevamo invitato Cattelan a spiccare il volo verso altri lidi. Non perché ci avesse annoiato la sua conduzione a X Factor, anzi, ma perché riteniamo che la nostra tv di Stato abbia bisogno di una bella rinfrescata.

Scelta di coraggio

Non sappiamo cosa farà da domani Alessandro Cattelan, ma in uno scenario televisivo come questo la sua è davvero una scelta di grande coraggio: la Rai da sempre è in balia della politica e quindi andando verso fine legislatura non si sa chi ci sarà fra poco alla guida dell’azienda. Un anno fa sappiamo che ha incontrato l’ad Fabrizio Salini, magari allora si erano messe le basi per un ingresso in pompa magna in viale Mazzini. Mediaset, dal canto suo, produce sempre meno nuovi format. Passare da Sky al pur ottimo gruppo Discovery forse non sarebbe una scelta di prospettiva. A quel punto meglio rimanere nella pay tv con un ruolo anche creativo tout court all’interno del gruppo. E realtà come Netflix e Amazon sui contenuti d’intrattenimento ancora non hanno una platea vasta.

Quindi, il livello di curiosità sul suo futuro a questo punto cresce vertiginosamente. Il nostro augurio, come più volte detto, è che vada in Rai, per valorizzare l’azienda pubblica. Ma per lui si tratterebbe di un salto nel vuoto. In bocca al lupo!

 

@AndreaAAmato

 

(Nella foto Alessandro Cattelan)