Pubblicato il 31/07/2020, 14:33 | Scritto da La Redazione

Fumata nera per i diritti tv sul calcio: tutto rimandato

Fumata nera per i diritti tv sul calcio: tutto rimandato
La nostra rassegna stampa, con gli estratti degli articoli più interessanti: la Lega Serie A ha rimandato la decisione al 25 agosto. Intanto si pensa al 19 settembre per la ripartenza del Campionato.

Serie A, la prossima stagione verso il via il 19 settembre

Corriere della Sera, pagina 49, di Monica Colombo

Con l’atteggiamento di chi è sopravvissuto alla tempesta, uscendone con leggerezza e rinnovata energia, la Lega di A si proietta nel futuro. Guarda a un avvenire a breve termine (le date di inizio della prossima stagione) e a una progettualità che copra il prossimo decennio (la creazione di una media company, possibilmente con un fondo di private equity). Paolo Dal Pino si guarda indietro e pensa al periodo in cui il valore del prodotto calcio sembrava che avesse subito un crollo verticale. «Non si giocavano le partite, l’incertezza stava producendo un impatto economico devastante sui conti. I broadcaster non ci pagavano, eravamo nudi».

Nel periodo di maggior difficoltà si sono affacciati i fondi, le cui offerte (di cui una vincolante, quella di Cvc) sono state ieri spiegate in assemblea ai presidenti riuniti per la prima volta di persona dopo il Covid. «Siamo molto attraenti» è la conclusione del presidente di Lega che ha rinviato alla riunione del 25 agosto ogni successiva riflessione sulla strada da intraprendere. Fino ad allora i club avranno la possibilità di consultare in una data room i dettagli delle proposte avanzate e potranno avviare singoli colloqui con i fondi stessi. Per diventare soci della media company al 10% fino al 2030, Cvc ha offerto 1,3 miliardi, Bain 1,4, Advent con 11 gruppo Fsi di Maurizio Tamagnini 1.5. I fondi di debito Apollo, Fortress e Blackstone si sono candidati nel ruolo di finanziatori. Wanda Infront e Mediapro corrono per essere partner industriali per allestire il canale. «Le offerte dei fondi di private equity pongono le basi per il futuro. Non parliamo solo di soldi ma di progettualità e strategia».

 

 

(Nell’immagine il logo della Serie A)