Pubblicato il 28/11/2019, 17:00 | Scritto da Tiziana Leone

Teresa De Santis, gli ascolti record della sua Raiuno e le sue contraddizioni

Teresa De Santis, gli ascolti record della sua Raiuno e le sue contraddizioni
Alla conferenza di 20 anni che siamo italiani, il direttore di Raiuno snocciola i numeri del suo successo, ma i programmi voluti da lei sono appena partiti.

Teresa De Santis era in collegamento alla conferenza nella sede Rai di Milano. Forse era troppo rischioso prenotare un treno, nella totale incertezza della sua poltrona a Raiuno.

Fino a ieri era data per certa fuori da Viale Mazzini. Ma oggi si è svegliata ancora accomodata, causa forza maggiore, sulla sua poltrona. Motivo per cui il direttore di Raiuno, Teresa De Santis, ha probabilmente evitato di prenotare un treno per Milano per presenziare alla conferenza stampa di 20 anni che siamo italiani, optando per un più stabile collegamento da Viale Mazzini. Forse. O era casa sua? 

La solitudine di Teresa e i suoi numeri

Rimasta sola nella sua solitudine o per dirla alla Cardamone nel suo individualismo, ma questi sono esercizi di stile che solo i collegiali possono comprendere, Teresa rivendica la sua resistenza da ultima dei Mohicani, snocciolando numeri da successo dai tempi della tv in bianco e nero. «A dispetto di quello che ho letto, ci tenevo a sottolineare che Rai 1 è in un momento storico importante, soprattutto nel mese di novembre. Dal 1995 a oggi abbiamo realizzato il record storico di vittorie sul competitor, 62 su 71, il che non mi sembra poco. Sempre rispetto al 1995, abbiamo avuto le migliori performance in assoluto. Rispetto allo scorso anno abbiamo realizzato un distacco di oltre quattro punti rispetto al competitor, un’altra vittoria storica. Rispetto agli ultimi tre anni, nelle 24 ore, abbiamo vinto anche in questo spazio: siamo passati, rispetto al 2018, a un +0,79%. Stiamo migliorando tutte le performance del gruppo Rai, Rai1 è la rete che cresce di più».

Ora senza voler fare le pulci al fatto che Raiuno avrebbe fatto la miglior performance in questo novembre da 25 anni a questa parte, perché famo a fidarci, ci resta un dubbio: che Teresa l’abbia ottenuta con il palinsesto degli altri. «Oggi con 20 anni che siamo italiani parte il mio palinsesto, quello che io ho pensato con i miei collaboratori, cominciato con Una storia da cantare», ammette. Quindi a conti fatti l’ottima performance di Raiuno l’avrebbe ottenuta solo con il programma di Enrico Ruggeri e Bianca Guaccero, partito due settimane fa e la cui ultima puntata andrà in onda sabato prossimo? No perché Tale e Quale Show, Prodigi, speciale Bocelli, Ulisse , i vari Montalbano e Un passo dal cielo stagione numero cinque, sono tutti programmi che così, a occhio, hanno dato una mano al palinsesto di Raiuno «a realizzare il record storico contro il competitor» e non sembra che portino esattamente la firma di Teresa.

Tiziana Leone

(nella foto Teresa De Santis)