Pubblicato il 02/10/2019, 17:00 | Scritto da Tiziana Leone

Maledetti Amici Miei: Siamo quattro folli senza regole. Nel nostro show diremo di tutto, senza freni

Maledetti Amici Miei: Siamo quattro folli senza regole. Nel nostro show diremo di tutto, senza freni
Alessandro Haber, Rocco Papaleo, Sergio Rubini e Giovanni Veronesi sono i “Maledetti Amici Miei" protagonisti dello show al via domani sera su Raidue

Ad aprire ogni puntata sarà Paolo Conte, con uno dei suoi grandi successi, a chiudere invece ci penserà Giuliano Sangiorgi dei Negramaro con una sigla tutta sua.

La scenografia  è fatta di terrazze su tetti e finestrelle che si affacciano su vicoli, immerse in una luce notturna, luogo ideale dove poter raccontare parole in libertà, lasciando il copione a chi di televisione è pratico. «Perché noi in tv siamo degli imbucati». Alessandro Haber, Rocco Papaleo, Sergio Rubini e Giovanni Veronesi sono i Maledetti Amici miei che di puntate, in tv, ne faranno ben sette, la prima al via domani sera su Raidue. «Questo programma è il nostro sabato sera, anche se va in onda di giovedì», sorride Carlo Freccero, che lascia questo show come suo testamento prima dell’addio al piccolo schermo. «Chiudo questa mia carriera con questo programma – sorride il direttore di Rai2 -. La vera novità è quella di avere alle 21.20 qualcosa che piace a me. E la colpa, se andrà male, sarà solo mia».

Lo show

Lo show è fatto di improvvisazione e racconti di vita, dove il cinema e il teatro perdono quell’aura santa e si frammentano in ricordi di chi li ha vissuti intensamente.  L’unica donna in questo quartetto di amici scatenati sarà Margherita Buy, «professoressa d’ansia», mentre Max Tortora sarà l’outsider.

Ospite della prima puntata, Carlo Verdone. «Tutti gli ospiti saranno solo ed esclusivamente nostri amici», garantisce Veronesi, pronto a giurare che nessuno di loro avrà limiti, come raccontano i quattro amici in questa intervista a TvZoom. 

GUARDA LA VIDEO INTERVISTA

 

Tiziana Leone

 

(Nella foto i protagonisti di Maledetti Amici Mie)