Pubblicato il 23/09/2019, 17:02 | Scritto da Tiziana Leone

Franco Di Mare: Noi al posto di Fazio? È una collocazione difficile, ma Frontiere è un prodotto di qualità

Franco Di Mare: Noi al posto di Fazio? È una collocazione difficile, ma Frontiere è un prodotto di qualità
Il giornalista sarà alla guida di Frontiere da oggi su Rai1 in seconda serata. Prende il posto di Che fuori tempo che fa di Fabio Fazio, passato a Rai2.

Frontiere avrà dodici puntate, fino a dicembre. Di Mare aprirà con un’inchiesta sui fatti di Corinaldo. Poi si occuperà di MeToo e del Muro di Berlino.

Non un talk-show, ma un programma di approfondimento, a base di inchieste, in cui poter decifrare fatti che la cronaca ha raccontato, ma senza andare realmente a fondo. Nella prima puntata di Frontiere in onda questa sera alle 23.40, il giornalista Franco Di Mare, promosso recentemente alla vicedirezione di Rai1, affronterà i fatti di Corinaldo, dove persero la vita sei persone.

«Non punteremo sulla morbosità», afferma il giornalista, che tra le le testimonianze avrà anche quella di Gemma la dodicenne protetta e salvata dalla mamma Eleonora Girolimini che, invece, non ce l’ha fatta.  Il programma prende la collocazione oraria che fu di Fabio Fazio con il suo Che fuori tempo che fa, e Di Mare sa di avere di fronte una sfida complessa, come lui stesso afferma in questa intervista a TvZoom. 

GUARDA LA VIDEO INTERVISTA

Tiziana Leone

 

(Nella foto Franco Di Mare)