Pubblicato il 04/08/2019, 14:02 | Scritto da La Redazione

Torna questa sera su Sky Atlantic e Sky Tg 24 la miniserie Schiave, per raccontare il mondo della prostituzione

Torna questa sera su Sky Atlantic e Sky Tg 24 la miniserie Schiave, per raccontare il mondo della prostituzione
Schiave fa parte de Il Racconto del Reale, il ciclo che ogni domenica su Sky Atlantic mostra l’attualità con un linguaggio contemporaneo.

Schiave mostra il dramma della tratta per la prostituzione, visto con gli occhi di chi lo ha vissuto sulla propria pelle.

Torna oggi alle 21,15 con il secondo e ultimo appuntamento la miniserie Schiave, in onda in esclusiva su Sky Atlantic e Sky TG24. Il doc fa parte de Il Racconto del Reale, il ciclo che ogni domenica su Sky Atlantic mostra l’attualità con un linguaggio contemporaneo.

La miniserie

Prodotta da Verve Media Company di Lorenzo Torraca per Sky, scritta da Luciano Palmerino e Giuseppe Colella e diretta da Claudio Bozzatello, Schiave mostra il dramma della tratta per la prostituzione, visto con gli occhi di chi lo ha vissuto sulla propria pelle. Ragazze imprigionate da catene fatte di minacce violenze, paure e povertà, aiutate dalle Associazioni anti-tratta, che offrono sostegno e conforto, e dalla Polizia di Stato, impegnata nella quotidiana caccia agli sfruttatori.

La seconda puntata

Nella seconda puntata la docuserie racconta la storia di Faith (i nomi sono tutti di fantasia), nigeriana di 24 anni. Non ne aveva neanche 20 quando il suo fidanzatino, che era in realtà un reclutatore della malavita nigeriana, la convince a partire per l’Italia. Quando arriva a Napoli Faith scopre che ad attenderla c’è una Madame, cioè una sfruttatrice, che la costringerà a prostituirsi per oltre un anno, fino a quando una domenica, mentre la Madame e la sua famiglia sono a messa, scappa da Napoli e non si volta più indietro. Ora vive con alcune amiche e sta progettando una vita finalmente da donna libera.

La seconda storia è quella di Maria, romena di 30 anni. Sua madre – una donna alcolizzata e violenta – l’ha venduta per 50 euro quando era solo 15enne a una banda di sfruttatori che la porta a Roma. Maria è costretta a vivere in una grotta nella zona dei Prati Fiscali e prostituirsi per due lunghissimi anni, subendo anche violenze sessuali del capo della banda. Fiaccata da quella vita fatta di umiliazioni, Maria si lascia convincere da un operatore di un centro d’accoglienza a fuggire e intraprendere una nuova vita. Oggi è madre di due figlie ed è finalmente una donna libera.

Le storie di Faith e Maria, si intrecciano con le immagini dell’attività dell’Unità di Strada di Dedalus, una storica cooperativa sociale di Napoli, e la missione del Commissariato “Colombo” di Roma che, in seguito ad un’indagine, è sulle tracce di una prostituta che probabilmente è vittima di tratta sessuale.

 

(Nella foto un’immagine della miniserie)