Pubblicato il 09/07/2019, 18:35 | Scritto da Andrea Amato

Palinsesti Rai: Fiorello c’è, Sanremo non ancora, Freccero chissà

Palinsesti Rai: Fiorello c’è, Sanremo non ancora, Freccero chissà
Presentati oggi a Milano le novità della stagione autunnale delle reti della tv di Stato: l’unica notizia è la conferma del ritorno dello showman siciliano.

Rosario Fiorello ritorna in Rai dal 4 novembre

Difficile fare una conferenza stampa fiume sulla presentazione dei palinsesti autunnali delle reti Rai, quando ormai è trapelato già tutto nelle settimane precedenti. E, infatti, il momento più eccitante delle tre-ore-tre è stato il video di Fiorello, in cui ha finalmente annunciato il suo ritorno in Rai con un progetto crossmediale, che prevede 18 show su RaiPlay, 5 in access prime time su Rai1, 6 puntate radio nel week end e varie incursioni sulle reti.

Se ogni amministratore delegato Rai, fu direttore generale, passa alla storia per un unico colpo a effetto, nel bene come il lancio di RaiPlay (che a oggi conta 12 milioni di utenti registrati, con altrettante app scaricate) da parte di Antonio Campo Dall’Orto, o nel male come il contratto faraonico di Fabio Fazio (oggi ridimensionato a Rai2, e con 30 interviste programmate su RaiPlay) firmato da Mario Orfeo, per ora la gestione di Salini si è illuminata per questo progetto così articolato, che riporta nella tv di Stato il più grande talento intrattenitore degli ultimi 20 anni.

Festival di Sanremo

Per quanto riguarda l’edizione 70 del Festival di Sanremo, invece, siamo ancora in alto mare: «Volevamo prima chiudere i palinsesti, poi da settimana prossima ci metteremo a lavorare al Festival», ha detto Salini. E pensare che di solito in questo periodo Tv Sorrisi e Canzoni, la Bibbia di Sanremo, usciva con la copertina del conduttore.

Carlo Freccero

Il direttore di Rai2, Carlo Freccero, come sempre ha tenuto banco, elargendo pillole di saggezza televisiva e supercazzole con la stessa nonchalance. Anche oggi ha ricordato più volte che la sua direzione “scade” il 28 novembre, ma sollecitato proprio da TvZoom, l’Ad Salini ha dichiarato di voler proseguire la collaborazione, suscitando la piacevole sorpresa del direttore: «È la prima volta che ne parliamo, me ne compiaccio».

Lo stesso Freccero ha annunciato che il suo progetto di riportare anche Daniele Luttazzi in Rai è sfumato per la richiesta economica del comico e per i suoi testi sulla religione, che in questo periodo storico considera fuori luogo.

Le altre notizie

In ordine sparso, ecco le altre cose annunciate: RaiPlay diventa a tutti gli effetti un editore, che produrrà contenuti esclusivi. Filippo Timi farà due puntate su Rai3 con un programma intitolato Schianto. Torna Serena Dandini su Rai3 con il nuovo programma corale Assemblea Generale, in 8 puntate. RaiFiction produrrà nella stagione 2019-2020 15 nuovi titoli. Il Commissario Schiavone passa da Rai2 a Rai1. Verranno prodotti docu-film su Mike Bongiorno, Fausto Coppi e Carlo Cattaneo. Dopo 15 anni torna lo sci sulla Rai, che ha anche preso i diritti per tutte le nazionali di calcio, oltre a 200 ore delle Olimpiadi di Tokyo.

La Rai è in causa con Sky per le partite di Champions League, visto che la pay tv ha già siglato un nuovo accordo con Mediaset. Antonella Clerici ritornerà nel 2020 con un nuovo programma e pare saltato l’accordo sullo Zecchino d’oro. Simona Ventura farà un programma musicale nel 2020 e sarà la voce narrante de Il Collegio, che quest’anno sarà ambientato negli anni ’80 e avrà anche uno spin off dedicato ai genitori degli alunni. Saluti, baci e non accalcatevi al buffet.

 

@AndreaAAmato

 

(Nella foto Fiorello)