Pubblicato il 18/06/2019, 17:04 | Scritto da Tiziana Leone

Lucio Presta rilancia Castrocaro, in attesa di un nuovo Sanremo che probabilmente non verrà

Lucio Presta rilancia Castrocaro, in attesa di un nuovo Sanremo che probabilmente non verrà
Sarà un Castrocaro rivisitato e corretto,  con la conduzione di Rodriguez-De Martino e Simona Ventura presidente di giuria.

Lucio Presta: “Organizzerò Castrocaro per tre edizioni. Per la prima edizione c’è già l’accordo con Rai2 e Radio2 per trasmettere in diretta la finale del 3 settembre”.

Organizzerà il Festival di Castrocaro, per tre edizioni: Lucio Presta,  il manager di tanti volti tv, farà il talent scout di giovani in cerca di gloria nel mondo della musica. Nato come un concorso  per voci nuove e per nuovi talenti musicali, quando tra gli anni ’60 e 80, non esistevano ancora i talent show, Castrocaro ha visto trionfare le voci di Giuni Russo (1967), Gigliola Cinquetti (1963), Alice (1971), Luca Barbarossa (1980) e Zucchero (1981).

«Ho deciso un po’ di tempo fa – ha spiegato Presta  -, di provare a ridare a Castrocaro il posto che gli spetta: ha una storia gloriosa, e ho partecipato al bando triennale per l’organizzazione del Festival. La fortuna ha voluto che lo vincessi. Così lo organizzerò per tre edizioni. E per la prima edizione c’è già l’accordo con Rai2 e Radio2 per trasmettere in diretta la finale del 3 settembre, con la conduzione di Belen Rodriguez e Stefano de Martino, mentre Simona Ventura sarà presidente di giuria».

Un Castrocaro rivisitato e corretto, con l’inserimento della premiata ditta Rodriguez-De Martino e di una Ventura  rinata dalle ceneri di The Voice: «Sarà un’edizione completamente rinnovata, ma  la novità assoluta a cui tengo di più è che i ragazzi che vorranno iscriversi non pagheranno un euro. Ci si potrà iscrivere, o partecipando alle selezioni dal vivo, che si terranno a Roma, Milano, Napoli, Catania e Bologna, o direttamente online attraverso il sito dedicato (www.festivaldicastrocaro.tv). Il 26, 27 e 28 luglio saranno convocati quelli ritenuti idonei a partecipare al concorso e 12 di loro accederanno alla finale, che andrà in diretta su Rai2 e Radio2».

Castrocaro sì, Sanremo no

Aspettando il Festival di Sanremo, Presta ha conquistato dunque quello di Castrocaro. Le quotazioni di Amadeus, di cui è agente, pare siano scese vertiginosamente, l’amministratore delegato Fabrizio Salini sembrerebbe deciso a cambiare schema, e puntare più su Alessandro Cattelan, affiancato da un direttore artistico di prestigio. Così  il clan Presta-Amadeus-Gianmarco Mazzi che con una Ballata per Genova ha confezionato per Rai1 una bella serata di musica e ascolti, sembra destinato a saltare il turno.

 

Tiziana Leone

 

(Nella foto Lucio Presta)