Pubblicato il 04/06/2019, 17:02 | Scritto da Tiziana Leone

E se Ballata per Genova fosse una prova generale per il Festival di Sanremo?

E se Ballata per Genova fosse una prova generale per il Festival di Sanremo?
Ballata per Genova, su Raiuno venerdì 14 giugno,  riunirà sullo stesso palco Amadeus, Antonella Clerici, Luca e Paolo, Lorella Cuccarini.

Quattro modi di versi di condurre, per quattro modalità differenti di concepire la tv, un’idea che potrebbe tornare utile per il Sanremo dell’anno prossimo, che vedrà celebrare i settant’anni della manifestazione

Una prova generale per il Sanremo che verrà? Forse, perché Ballata per Genova, su Raiuno venerdì 14 giugno, riunirà sullo stesso palco Amadeus, Antonella Clerici, Luca e Paolo, Lorella Cuccarini. Quattro modi diversi di condurre, per quattro modalità differenti di concepire la tv, un’idea che potrebbe tornare utile per il Sanremo dell’anno prossimo, che vedrà celebrare i settant’anni della manifestazione. Servirà forse all’amministratore delegato Fabrizio Salini per farsi un’idea, per capire quale strada dovrà prendere, e in tempi brevi, visto che siamo a giugno, e sul prossimo Festival non c’è ancora un nome, né per la conduzione né per la direzione artistica. Il direttore di Raiuno, Teresa De Santis, aveva auspicato un’edizione “corale” fin dal precedente Festival quando sul palco c’era ancora Claudio Baglioni. E Genova potrebbe essere un banco di prova.

Ballata per Genova, una serata di intrattenimento e musica

Sarà comunque una serata musicale, allestita nel cuore della città, per restituirle il suo splendore a dieci mesi dalla tragedia del Ponte Morandi.  Il cast vedrà alternarsi sul palco Laura Pausini e Biagio Antonacci, Gino Paoli con Danilo Rea, Cristiano De Andrè, Raf e Umberto Tozzi, Arisa, The Kolors, Elodie. Per questa speciale occasione si è formato per naturale alchimia un inedito trio di sopraffini autori e cantautori, fondatori di grandi band che hanno fatto la storia della musica italiana: Piero Cassano dei Matia Bazar, Vittorio De Scalzi dei New Trolls e Franco Gatti dei Ricchi e Poveri. Gli artisti saranno accompagnati in versione live da un’orchestra di 20 elementi diretta dal Maestro Diego Basso. Sul palco salirà anche Anna Mazzamauro, la mitica signora Silvani,  legata indissolubilmente alla figura di un grandissimo genovese come Paolo Villaggio.

Raccolta fondi

Nel corso di Ballata per Genova verrà attivata inoltre una raccolta fondi solidale – denominata Anch’io per Genova – destinata a finanziare un innovativo progetto architettonico di riqualificazione urbana della zona colpita dal crollo di Ponte Morandi, supportato da MSC Foundation. Grazie alla campagna si potrà realizzare così il sogno di regalare alla città il Parco del Mare: un’iniziativa all’avanguardia, destinata in particolare ai più giovani e alle famiglie, caratterizzata da un’attenzione specifica ai temi del gioco, della salute e del benessere, e da un percorso educativo orientato ai temi del riutilizzo delle risorse naturali e del riciclo ambientale.

 

Tiziana Leone

 

(Nella foto il logo di Ballata per Genova)