Pubblicato il 13/03/2019, 18:01 | Scritto da Carlo G. Lanzi

Fabio Volo torna con la seconda stagione di Untraditional dal primo aprile su Nove

Fabio Volo torna con la seconda stagione di Untraditional dal primo aprile su Nove
Fabio Volo torna con la seconda stagione di Untraditional, la prima serie tv ideata, scritta e intepretata da se stesso, e continua a raccontare il suo sogno: «Produrre una serie tv ambientata a New York».

La serie non è un semplice ritratto di Fabio Volo, ma una sitcom che fa satira sul mondo che guarda e giudica, dove il politicamente corretto è messo al bando

Fabio Volo torna con la seconda stagione di Untraditional, la prima serie tv ideata, scritta e intepretata da se stesso, e continua a raccontare il suo sogno: «Produrre una serie tv ambientata a New York». Prodotta da Backery Production con la collaborazione di ZeroStories, ITV Movie e Discovery Italia, le 16 puntate andranno in onda dal primo aprile alle 23:30 sul NOVE e saranno disponibili su Dplay.com.

La serie, anche in questa seconda stagione, non è un semplice ritratto di Fabio Volo, ma una sitcom che fa satira sul mondo che guarda e giudica, dove il politicamente corretto è messo al bando e la poesia del racconto si intreccia con la risata di pancia. Al termine della prima stagione Fabio è a Milano, lasciato dalla moglie Johanna a causa di un suo presunto tradimento con la sua ex, e contemporaneamente con in mano la possibilità di realizzare finalmente la serie dei suoi sogni, grazie anche al lavoro del suo agente

La trama

Raimondo (interpretato da Marco Mazzi, che con Untraditional è alla sua prima esperienza come attore). Si trova quindi a doversi confrontare con l’eterno e umano conflitto tra amore e carriera. Il primo episodio si apre a New York, dove Johanna si è trasferita insieme al figlio Mattia, con Fabio che l’ha raggiunta nel tentativo di riconquistarla. Fabio scopre che il problema che mina la sua relazione non è il tradimento, ma la sensazione di Johanna di essere sempre messa in secondo piano dal compagno rispetto al suo lavoro.

Anche Raimondo è a New York per raccontare al suo assistito tutte le novità sulla Romantic Comedy scritta dal protagonista e pronta finalmente ad essere realizzata, grazie al concreto interesse di una produzione internazionale che vuole fare di Fabio una star anche oltreoceano. Volo deve quindi conciliare gli impegni lavorativi con una situazione sentimentale in bilico tra il recupero e la catastrofe. A perturbare questo delicato equilibrio c’è Elizabeth, ex moglie di Johanna e sua confidente, che per solidarietà femminile (e forse per un sentimento ancora non del tutto sopito) non ha alcuna intenzione di rendere semplice la vita di Fabio.

I camei

Il tutto è condito da una carrellata delle più grottesche ed esilaranti figure dello show business: dagli sceneggiatori divinità, alle attrici capricciose, passando per ricchi produttori televisivi umanamente discutibili, alle necessità di product placement e ai fan decisamente invadenti.

Fabio si trova a lottare per mantenere il suo ruolo di family man e contemporaneamente realizzare il sogno lavorativo di una vita, cacciandosi inevitabilmente e ripetutamente nei guai. Oltre a sua moglie Jóhanna, molti sono gli ospiti vip presenti nella serie: Daniel Mc Vicar, Nek, Fabio Rovazzi, Enzo Iacchetti, Erika Blanc, Malena, Franco Trentalance, Orietta Berti e Idris.

 

(Nella foto Fabio Volo)