Pubblicato il 24/01/2019, 18:01 | Scritto da Gabriele Gambini

Alba Parietti: Non sono mai salita sul carro del vincitore di una maggioranza politica

Alba Parietti: Non sono mai salita sul carro del vincitore di una maggioranza politica
Alba Parietti è pronta a calarsi nel ruolo di opinionista a L'isola dei Famosi assieme a Alda D'Eusanio: «Siamo le gemelline terribili di Shining in una versione un po' cresciuta. Dentro siamo rimaste bambine cattive, fuori siamo persone perbene che si sono costruite una carriera passo dopo passo».

L’Isola dei Famosi andrà in onda giovedì 24 gennaio in prima serata su Canale 5

 

 

Qualche giorno fa le hanno chiesto un commento sulla querelle tra Lorella Cuccarini e Heather Parisi. Alba Parietti ai nostri microfoni risponde così: «Non mi interessa partecipare alla controversia tra loro due, è una polemica che non mi riguarda, però, arrivando da una famiglia radicalmente antifascista, quasi anarchica, non ho simpatia per chi si schiera a favore di qualunque tipo di maggioranza politica. Sarebbe come salire sul carro del vincitore ed è uno sport che non ho mai praticato, avendo pagato di persone tutte le mie scelte di carriera, condotte sempre in autonomia. Poi, nello specifico di alcuni temi contingenti, ritengo sia giusto rispettare le parole di Papa Francesco da un lato, e il sacrosanto valore delle donne sul lavoro, dall’altro».

Alba pare carica in vista del debutto nel ruolo di opinionista a L’Isola dei Famosi, dove condividerà lo studio con Alda D’Eusanio. Alba&Alda. «Siamo le gemelline terribili di Shining in una versione un po’ cresciuta. Dentro siamo rimaste bambine cattive, fuori siamo persone perbene che si sono costruite una carriera passo dopo passo».

Quanto all’avventura dei naufraghi televisivi in Honduras: «Sono affezionata a un personaggio come Riccardo Fogli, ma credo che tutti i concorrenti abbiano le carte in regola per mettersi in luce. Ci sono generazioni diverse a confronto, stili differenti che emergeranno. In un programma come L’Isola dei Famosi è difficile recitare e adottare strategie comportamentali artefatte, nascono situazioni che toccano i nervi scoperti delle rispettive personalità, spingendole all’autenticità».
GUARDA LA VIDEOINTERVISTA

Gabriele Gambini

(nella foto Alba Parietti)