Pubblicato il 31/10/2018, 18:00 | Scritto da Tiziana Leone

Camila Raznovich: Il mio sabato sera di Rai3 gioca in un campionato a parte

Camila Raznovich: Il mio sabato sera di Rai3 gioca in un campionato a parte
La conduttrice sarà da sabato alla guida de Il Borgo dei borghi - La grande sfida, in onda su Raitre. Ma dalle guerre di Auditel preferisce restare fuori.

Il programma è una gara tra i borghi più belli d’Italia. Sarà una sfida in quattro puntate. A decretare il vincitore, il televoto e una giuria guidata da Philippe Daverio

Ora che Raitre è rimasta senza il suo Ulisse, ovvero lAlberto Angela emigrato a Raiuno, il direttore Stefano Coletta si è inventato una sorta di talent dei borghi, lo ha affidato a Camila Raznovich e Philippe Daverio, ha aperto un televoto e convocato una giuria.

Basterà per convincere il popolo del sabato sera, che i campanili d’Italia sono meglio di pappagalli e gente in cerca di fama? «Quando mi è giunta la notizia che Alberto Angela sarebbe passato su Rai1 ho pensato alla possibilità di sostituirlo con un prodotto che potesse raccontare la bellezza del nostro paese, ma con una formula diversa», ha spiegato Coletta.

Spin off de Alle falde del Kilimangiaro

Il Borgo dei borghi – La Grande sfida  al via sabato in prima serata, nato come un segmento all’interno dl programma Alle falde del Kilimangiaro, vedrà sfidarsi i piccoli gioielli della nostra Italia in quattro puntate: venti borghi a puntata, fino alla finale, in diretta tra i primi venti classificati di ogni regione. A decretare il vincitore sarà il popolo del televoto e ovviamente una giuria, guidata da Philippe Daverio. Quanto alla sfida degli ascolti del sabato sera, la Raznovich non ha dubbi e in questa intervista a TvZoom  spiega perché.

GUARDA LA VIDEO INTERVISTA

 

Tiziana Leone

 

(Nella foto Camila Raznovich)