Pubblicato il 30/10/2018, 18:04 | Scritto da Paolo Madeddu

Cose di classifica: Irama e l’era dei Giovani

Cose di classifica: Irama e l’era dei Giovani
Il vincitore di Amici è il più assiduo frequentatore del n.1 degli album quest'anno. Intanto, gli over 35, senza tanto chiasso stanno sparendo dalle charts.

I giovani dominano le classifiche musicali, relegando i “vecchietti” nelle seconde file

Riki Marcuzzo secondo ad Amici 2017

Riki Marcuzzo secondo ad Amici 2017

Di nuovo Irama in testa alla classifica degli album: quest’anno ci era già stato dal 1 giugno al 16 agosto, e per 9 settimane consecutive con l’EP Plume (contenente 7 canzoni), ora il regno dell’album Giovani (che ne contiene 10) dovrebbe durare meno, vista l’uscita di Elisa e Maneskin, ma non si può mai dire.

La strategia di Irama è stata la stessa del vincitore di Amici che lo ha preceduto nel 2017: Riki l’anno scorso ha visto il suo EP Perdo le parole primeggiare per otto settimane complessive in estate, a ruota della conclusione del programma di Maria De Filippi, per poi tornare in vetta il 20 ottobre con l’album Mania. Si può dire che la strategia vincente per chi vince Amici è la doppietta EP/album; fermarsi, come mostrano The Kolors, è pericoloso: le 13enni fanno alla svelta a scordare gli idoli dei loro 12 anni.

I giovani comandano le classifiche

Ma a proposito di età, siamo abbastanza avanti nel calendario per emettere una sentenza sul mercato discografico italiano: voleva liberarsi degli adulti, e ci è riuscito. I cambiamenti nella compilazione delle classifiche, che i discografici hanno voluto per svecchiare le charts, hanno funzionato benissimo. In effetti c’è da chiedersi se a loro volta i nuovi metodi, favorevoli allo streaming, non abbiano innescato una sorta di circolo vizioso: le major volevano rinnovare i loro roster e hanno usato le classifiche per conferire credibilità ai giovani artisti. Togliendone un po’ agli adulti. Ora bisognerà capire se gli over 35 continueranno a produrre album o se, in una mossa alla Rolling Stones, si risparmieranno la fatica e si dedicheranno esclusivamente ai tour, pubblicando una raccolta (con inedito) ogni tanto.

4/1/2018: ultimo avvistamento di un album rock al n.1 in Italia

Perché per quanto si debba e voglia prendere un n.1 in classifica come dato simbolico, è un dato che comunque grida forte e chiaro che per un anno (2017) il mercato ha visto coesistere over 35 e giovani. Ma nel 2018, complice un’ulteriore spinta a favore dello streaming, gli artisti adulti sono stati cacciati dal podio. Nel 2018 gli over 35 al n.1 sono stati sette, e se avessimo alzato il limite a 40 anni sarebbero scesi a quattro: Vasco Rossi, Mina, Laura Pausini, Eminem. Analogamente crolla – malinconicamente e inevitabilmente – la presenza del rock in classifica: l’ultimo album rock in testa alla classifica italiana è il live del già citato Vasco Rossi, dieci mesi fa.

Da allora abbiamo avuto quattordici rapper diversi (inclusi due stranieri, Eminem e Travis Scott), ovviamente tutti maschi; un cantautore (Ermal Meta) e tre “divas” di diverse generazioni (Mina, Laura Pausini, Alessandra Amoroso), alle quali potremmo aggiungere Ariana Grande. In compenso, i rapper sono aumentati a dismisura: nei primi dieci mesi di quest’anno sono 14 quelli saliti sul gradino più prestigioso della classifica FIMI: in tutto il 2017 erano stati otto. Tra l’altro, come si può osservare nell’elenco del 2018, anche tra gli over 35 i rapper sono quasi la metà.

Chi è stato al n.1 degli album dal 2015 a oggi

2015
Over: 13 in totale (J-Ax, Jovanotti, Madonna, Negrita, Ligabue, Mauro Biondi, Eros Ramazzotti, Iron Maiden, David Gilmour, Verdena, Negramaro, Modà, Laura Pausini)
Rapper: 5 in totale (J-Ax, Clementino, Madman, Gué Pequeno, Fedez)
Rocker: 5 in totale (Negrita, Ligabue, Iron Maiden, David Gilmour, 5 Seconds of Summer)

2016
Over: 17 (David Bowie, Baglioni&Morandi, Daniele Silvestri, Vasco Rossi, Elisa, Renato Zero, Francesco Renga, Nicolò Fabi, Zucchero, Vinicio Capossela, Afterhours, Red Hot Chili Pepper, Pooh, Laura Pausini,Tiziano Ferro, Ligabue, Mina&Celentano)
Rapper: 6 (Gemitaiz, Salmo, Marracash & Gué Pequeno, Salmo, Sfera Ebbasta, Emis Killa)
Rocker: 6 (David Bowie, Vasco Rossi, Red Hot Chili Pepper, Afterhours, Ligabue, Vasco Rossi)

2017
Over: 16 (Mina&Celentano, Mannarino, Ermal Meta, Depeche Mode, Jamiroquai, Fabri Fibra, Renato Zero, Gué Pequeno, Caparezza, David Gilmour, Cristina D’Avena, Cesare Cremonini, Negramaro, Jovanotti, Vasco Rossi. Includiamo anche Lucio Battisti che i 35 anni li ha compiuti nel 1978. Ma abbuoniamo J-Ax, per l’album con Fedez)
Rapper: 8 (Fedez & J-Ax, Fabri Fibra, Izi, DPG Twins, Gué Pequeno, Rkomi, Mostro, Caparezza)
Rocker: 3 (Depeche Mode, David Gilmour, Vasco Rossi)

2018
Over: 7 (Vasco Rossi, Ermal Meta, Noyz Narcos, Mina, Laura Pausini, Eminem, Gué Pequeno)
Rapper: 14 (Nitro, Sfera Ebbasta, Madman, Tedua, Gemitaiz, Noyz Narcos, Capo Plaza, Carl Brave, Travis Scott, Eminem, Ernia, Gué Pequeno, Dark Polo Gang, Emis Killa)
Rocker: 1 (Vasco Rossi).

 

Paolo Madeddu

 

(Nella foto Irama)