Pubblicato il 06/09/2018, 17:32 | Scritto da Tiziana Leone

Rai2 produce di più nonostante il taglio del budget, ma la guerra degli ascolti la combatte in casa

Rai2 produce di più nonostante il taglio del budget, ma la guerra degli ascolti la combatte in casa
Tra i nuovi programmi di Raidue La guerra degli chef, al via il 20 novembre, quando su Raiuno giocherà la nazionale di calcio. Nel cast del cooking show quasi certo l'arrivo di Isabella Potì.

In questo autunno la rete diretta da Andrea Fabiano produrrà  il 20% in più rispetto allo scorso autunno. Nonostante un consistente taglio del budget

Un deciso taglio di budget, ma un autunno con più ore di produzione. La Rai2 di Andrea Fabiano rifa i conti, è finita sotto la scure di una forte decurtazione del budget, ma va avanti per la sua strada fatta del 20% di ore di produzione in più in autunno. «Passeremo da 600 ore dell’autunno scorso alle circa 720 di quest’anno», ammette il direttore di Rai2 che per novembre ha scelto di sperimentare il nuovo programma di cucina La guerra degli chef. 

Nata con le migliori intenzioni, la trasmissione, prodotta da Nonpanic, dopo aver vagliato la disponibilità di vari chef stellati già avvezzi al mezzo televisivo, ha puntato su tre volti poco noti al grande pubblico. Si tratta di due uomini, entrambi stellati, e una donna, non stellata, ma molto giovane, under 30, pugliese. Descrizione che porta direttamente a Isabella Potì, classe 1995, già comparsa a Masterchef 7 e sous chef del Bros di Lecce.

La serata scelta per l’esordio è fissata al 20 novembre, quando su Raiuno andrà in onda l’amichevole della nazionale di calcio Italia – Stati Uniti.  Non proprio un avversario facilissimo. In casa.

 

Tiziana Leone

 

(Nella foto Andrea Fabiano, direttore di Rai 2)