Pubblicato il 08/08/2018, 18:58 | Scritto da Tiziana Leone

Il Cda Rai boccia la candidatura di Riccardo Laganà alla presidenza Rai

Il Cda Rai boccia la candidatura di Riccardo Laganà alla presidenza Rai
Come era prevedibile il Consiglio di amministrazione Rai, riunitosi oggi pomeriggio, non ha scelto alcun Presidente. E la questione Foa resta sul tavolo

Durante la riunione la consigliera del Pd Rita Borioni ha proposto la candidatura di Riccardo Laganà alla presidenza. Ma non ha ottenuto i voti necessari.

Nulla di fatto. Marcello Foa resta al momento il Presidente Rai, nonostante la bocciatura della Commissione parlamentare di Vigilanza. Il Consiglio di Amministrazione della Rai, riunitosi oggi, ha infatti discusso la situazione, ma non ha trovato una soluzione. Che dovrà uscire prima dal cilindro della politica.  Probabilmente a settembre. «Nel corso della riunione, su proposta della consigliera Rita Borioni – si legga in un comunicato di Viale Mazzini – è stata votata la candidatura a Presidente del Consigliere Riccardo Laganà. Il Consigliere Laganà non ha ottenuto la maggioranza dei voti del Cda e per questo motivo il tema sarà pertanto all’ordine del giorno anche nella prossima riunione del Consiglio».

Il Cda ha invece approvato l’acquisizione del pacchetto di immagini per tre stagioni del campionato di calcio di serie A,al via il prossimo 18 agosto, e il rinnovo del contratto per la produzione della fiction Un posto al sole, in onda su Rai3 dal 1996.«Si tratta di due decisioni urgenti e indifferibili per la Rai – prosegue la nota Rai –  Sul versante diritti serie A di calcio, il contratto consentirà di mantenere e rafforzare la programmazione di trasmissioni storiche come 90° Minuto, Quelli che…, Domenica Sportiva e Tutto il calcio minuto per minuto.Viene pertanto confermato un importante spazio televisivo che permette a tutti gli spettatori di seguire un campionato appassionante e popolare come quello della Serie A di calcio. Spazio che avrà la sua fruibilità anche attraverso il web Rai.L’approvazione del contratto di produzione di Un posto al soleconsentirà alla Rai di assicurarsi la prosecuzione della fiction storica di Rai3 – capace di raccontare con semplicità e genuinità il quotidiano con particolare attenzione alle tematiche sociali – che viene interamente realizzata all’interno del Centro di produzione Rai di Napoli». Al momento di entrambe le votazioni i consiglieri Laganà e Borioni hanno lasciato il consiglio

Tiziana Leone

(nella foto il cavallo di Viale Mazzini)