Pubblicato il 13/07/2018, 19:04 | Scritto da Tiziana Leone
Argomenti: , ,

Beppe Fiorello: Con le mie fiction voglio raccontare l’Italia vera e positiva

Beppe Fiorello: Con le mie fiction voglio raccontare l’Italia vera e positiva
L'attore siciliano sarà protagonista di due fiction Rai: in una sarà il sindaco di un paese calabrese che accoglie i migranti, nell'altra un operaio che rileva l'azienda fallita in cui lavorava.

Beppe Fiorello è sempre alla ricerca di storie vere da trasformare in fiction di successo, convinto che in Italia ci siano tante storie positive che i giornali non raccontano, ma che la tv non può lasciarsi sfuggire

Cerca sempre personaggi veri, uomini capaci di fare la differenza, protagonisti di storie che non trovano spazio sui giornali: Beppe Fiorello è da anni sulle tracce di racconti che possano mostrare l’Italia migliore, e una volta scovati li trasforma in fiction di successo, convinto che il suo mestiere debba avere anche una funzione sociale. Nel 2019 l’attore sarà protagonista di due miniserie molto diverse, ambientate una al Sud e l’altro nel Nord Italia.

Ne Il sindaco di Riace sarà il sindaco del paesino calabro che ha accolto i migranti, dato loro un lavoro e ripopolato il paese. Ne Il mondo sulle spalle, diretto da Nicola Campiotti, sarà invece un operaio che dopo aver assistito alla chiusura della fabbrica in cui era assunto, non si dà per vinto, mette insieme i risparmi, ipoteca la casa e investe la liquidazione per rilevare l’azienda.

Due uomini molto diversi, esempi di un’Italia che dal Nord al Sud è capace di mostrare le sue capacità. Un’Italia che Fiorello difende a spada tratta in questa intervista a TvZoom, in cui non rinuncia a qualche battuta sul prossimo festival di Sanremo.

GUARDA LA VIDEO INTERVISTA

Tiziana Leone
(Nella foto Beppe Fiorello)