Pubblicato il 14/05/2018, 13:05 | Scritto da Emanuele Bruno

Ascolti tv analisi 13 maggio: Fazio giù, il calcio pay batte Le Iene, Giletti supera le Ferrari

Ascolti tv analisi 13 maggio: Fazio giù, il calcio pay batte Le Iene, Giletti supera le Ferrari
In una serata caratterizzata dal doppio posticipo pay, Roma-Juventus e Sampdoria-Napoli, che ha deciso il campionato in favore dei bianconeri, e dall’assenza di Luigi Di Maio a Che tempo che fa, Fabio Fazio cala di due punti e mezzo, il calcio batte il programma di Italia 1, Non è l’arena tiene botta e fa più della differita del Gp su Tv8.

Ascolti Tv calcio pay: Roma-Juventus e Samp-Napoli a 2,8 milioni e 11,8% di share di share complessivo Sky+Premium

Motori, palloni, ciclismo e meno politica del previsto con l’assenza all’ultimo momento di Luigi Di Maio a Che tempo che fa. Domenica degli ascolti tv piena di calcio, con una tappa di montagna del Giro d’Italia e quindi la Formula 1 ad occupare il day time di Sky in diretta e la prima serata di Tv8 in differita.

La settimana scorsa la MotoGp in differita su Tv8 aveva conseguito ben 1,6 milioni di spettatori ed il 6,5% di share. Ieri la sconfitta di Sebastian Vettel (solo quarto) e delle Ferrari e la vittoria di Lewis Hamilton in Spagna hanno prodotto in chiaro 940 mila spettatori ed il 4,2% di share. Ha demotivato gli appassionati, oltre che l’insuccesso delle rosse, il finale di campionato in diretta sulle pay alle 20.45.

Roma-Juventus e Sampdoria-Napoli hanno prodotto complessivamente 2,8 milioni di spettatori e l’11,8% di share, non consentendo una buona prestazione di Che tempo che fa, capace di ottenere soltanto 3,4 milioni ed il 14,56% (la scorsa settimana la trasmissione aveva avuto 4,092 milioni ed il 17% di share nella prima parte).

Ha ‘salvato’ un po’ Rai1 il flop annunciato di Canale 5. Ieri la pellicola The Best of me ha fatto molto poco (1,8 milioni e 8,14%), e sono risultate compresse rispetto a sette giorni prima anche le prestazioni di Italia1 (Le Iene a 1,937 milioni e 10,35%), Rai2 (per Ncis 1,9 milioni e 7,72%, per Instinct 1,561 milioni e 6,84%). Ha fatto gli stessi ascolti ed un decimale di punto di share in più, invece, su La 7 Non è l’Arena, risalito a 1,3 milioni e 7%.

Male ma non malissimo – grazie all’orientamento al target rosa – ha fatto Rete 4 (Il terzo indizio 930mila e 4,6%), mentre è stato deludente il bilancio dell’ultima puntata con Alberto Matano in prime time su Rai3, con Sono Innocente calato ancora a 685mila e 3,12%).

Il grafico che raduna le curve delle principali emittenti generaliste mostra come Fabio Fazio sia arrivato a 4,2 milioni con Gabriella Carlucci e quindi, prima del ‘tavolo’, a 3,7 milioni con Luciana Littizzetto. Molto meglio del solito, con Fazio sguarnito o quasi, ha fatto la parte politica del programma di Massimo Giletti. Le Iene sono diventate chiaramente leader dalle 24.15 in avanti, a tavolo faziano chiuso.

Ma ecco più in dettaglio i principali risultati di ascolti del day time. Al mattino questi gli ascolti. Su Rai1 Uno Mattina in Famiglia ha riscosso il 24,02% di share nella prima parte, il 24,72% nella seconda ed il 22,08% nella terza. Su La7 Omnibus ha fatto il 3,17% e il 4,31% di share.

A cavallo dell’ora di pranzo questi gli ascolti: su Rai1 Linea Verde al 19,76%. Su Canale 5 Melaverde ha conseguito il 13,07%, Su Rai2 Mezzogiorno in famiglia all’8,73% e al 12,11%.

Su Rai1 Domenica In ha portato a casa 13,2%, nella prima parta e 10,2%, nella seconda parte. Su Canale 5 Domenica Live ha raccolto nella presentazione il 12,94%, nel segmento Attualità il 13,74%, nel segmento Storie il 15,5%, nella prima parte il 17,13% e nella seconda il 14,65%.

Su Rai2 Quelli che Aspettano il Giro d’Italia ha conseguito il 7,9% mentre Giro All’Arrivo ha fatto il 15,73%. Su Rai3 Mezz’ora in Più ha ottenuto l’8,43%. Su La7 Faccia a Faccia ha totalizzato l’1,87%.

 

Emanuele Bruno

 

(Nella foto un momento del post Roma-Juventus, ieri sulle pay)