Pubblicato il 23/03/2018, 18:03 | Scritto da Compost

Spot tv: Birra Moretti non sa più cosa inventarsi per inseguire la chimera dello storytelling

Spot tv: Birra Moretti non sa più cosa inventarsi per inseguire la chimera dello storytelling
Usare la parola “storie”, che ormai si trova ovunque come la rucola negli anni ‘80, non basta a fare “storytelling”.

Lo spot tv di Birra Moretti è stato ideato dall’agenzia Armando Testa

Prima c’era la birra, che doveva riposare e quindi gli abitanti del paese con i baffi dovevano camminare in punta di piedi. Ora, nella nuova campagna pubblicitaria della Moretti spunta Spillo, un tipo che vive inclinato di 45 gradi, perché quella è la posizione in cui spilla la birra. Mia nonna avrebbe detto: «Non sanno più che cosa inventarsi» e avrebbe avuto ragione.

Ormai lo storytelling, come lo chiamano quelli che sanno, sta dilagando al di fuori di ogni controllo. Quella dello spot Moretti sarebbe, tra l’altro, nelle intenzioni del suo creatore, «una storia italiana» come recita il claim, ma è più una barzelletta che non fa ridere. È poi possibile che in quel paese, fintissimo, oltre all’uomo con i baffi ci sia solo Spillo?

GUARDA LO SPOT TV

Brand: Birra Moretti

Agenzia: Armando Testa

Direzione Creativa Esecutiva: Michele Mariani

Direttore Creativo (art): Andrea Lantelme

Vice Direttore Creativo (copy): Federico Bonenti
Casa di produzione: The Family

Regia: Vesa Manninen

Direttore della fotografia: Simon Richards

Pianificazione: Mediavest

 

 

Compost

 

(Nella foto una scena dello spot tv Birra Moretti)