Pubblicato il 10/02/2018, 12:04 | Scritto da Andrea Amato

Sanremo – Pagelle venerdì: Turci, Ghemon, Arisa, Ure e Foglietta gli ospiti migliori

Sanremo – Pagelle venerdì: Turci, Ghemon, Arisa, Ure e Foglietta gli ospiti migliori
Quarta serata del Festival dedicata ai duetti che hanno regalato grandi emozioni. Tra gli ospiti Gianna Nannini e Piero Pelù.

Baglioni riporta a Sanremo i duetti e vince

Claudio Baglioni, Michelle Hunziker e Pierfrancesco Favino voto 9: l’inizio surreale con Heidi versione gothic è il manifesto autoironico di questo Festival di Sanremo.

Giovani voto 8: anche quest’anno un livello medio alto, con i picchi di Mirkoeilcane che si è aggiudicato il premio alla critica della Sala Stampa, Alice Caioli quello della Sala Stampa Lucio Dalla (web e radio) e ovviamente con Ultimo che ha vinto il Festival, precedendo proprio Mirkoeilcane e Mudimbi terzo. Da segnalare anche le buone esibizioni di Eva Pevarello e Lorenzo Baglioni.

Le Vibrazioni e Skin voto 6: ecco cosa mancava alla canzone di Francesco Sarcina.

Renzo Rubino e Serena Rossi voto 5: occasione persa, un duetto che ha banalizzato la canzone.

Noemi e Paola Turci voto 8: l’immenso talento della Turci fa volare ancora più in alto il pezzo.

Mario Biondi, Ana Carolina e Daniel Jobim voto 6: anche Biondi si presenta con un’artista più brava di lui.

Annalisa e Michele Bravi voto 7: uno dei duetti più omogenei di ieri sera.

Lo Stato Sociale, Paolo Rossi e il Piccolo coro dell’Antoniano voto 5: carini, simpatici, pezzo divertente, ricco di contenuti, ma almeno essere intonati. Questo dovrebbe essere il minimo sindacale per il palco dell’Ariston.

Gianna Nannini voto 7: sempre meno voce, sempre più musica.

Max Gazzè, Rita Marcotulli e Roberto Gatto voto 5: Gazzè ha deciso di fare tutto difficile in questo Festival e di complicarsi la vita da solo.

Decibel e Midge Ure voto 6: ed è subito New Wave anni Ottanta.

Ornella Vanoni, Bungaro, Pacifico e Alessandro Preziosi voto 7: impreziosiscono la canzone (già bella) con un optional (superfluo).

Diodato, Roy Paci e Ghemon voto 8: il terzo millennio finalmente è arrivato anche a Sanremo.

Roby Facchinetti, Riccardo Fogli e Giusy Ferreri voto 4: è arrivata la badante.

Enzo Avitabile, Peppe Servillo, Avion Travel e Daby Tourè voto 6: fuori dal coro, fanno un Sanremo a parte.

Ermal Meta, Fabrizio Moro e Simone Cristicchi voto 7: mettono il carico da 10 e a questo punto credono nella vittoria.

Federica Sciarelli voto 6: al quarto giorno il giochino non fa più ridere.

Giovanni Caccamo e Arisa voto 8: Arisa è in grazia di Dio e la canzone di Caccamo decolla.

Ron e Alice voto 7: quando la vecchia guardia si fa valere.

Red Canzian e Marco Masini voto 5: almeno sembrano divertirsi.

The Kolors, Tullio De Piscopo ed Enrico Nigiotti voto 7: un gioco di assoli degli ospiti, anche perché la canzone va già bene così.

Piero Pelù voto 7: riesce a invecchiare Claudio Baglioni in soli 3 minuti.

Luca Barbarossa e Anna Foglietta voto 7: nel dialogo la canzone acquista molto più senso e armonia.

Nina Zilli e Sergio Cammariere voto 6: non poteva farla così dal primo giorno?.

Elio e le storie tese e Neri per caso voto 5: la genialità c’è, la canzone no.

 

Leggi le pagelle di martedì, mercoledì e giovedì sera.

 

Twitter@AndreaAAmato

 

(Nella foto Noemi e Paola Turci)